Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Concorso per 120 ingegneri e geologi al MIMS, pubblicato il bando
PROFESSIONE Concorso per 120 ingegneri e geologi al MIMS, pubblicato il bando
RISTRUTTURAZIONE

Bonus Ristrutturazioni, quando si può cedere il credito ad un familiare

di Paola Mammarella

L’Agenzia delle Entrate dà risposta affermativa, ma solo per le spese sostenute nel 2020 e 2021

Vedi Aggiornamento del 07/06/2021
Commenti 23071
Foto: gajus©123RF.com
30/03/2021 – Il credito di imposta corrispondente al bonus ristrutturazioni può essere ceduto ad un familiare? L’Agenzia delle Entrate, rispondendo ad un quesito posto su Fisco Oggi, ha affermato che è possibile, ma a determinate condizioni.
 

Bonus ristrutturazioni e cessione del credito a un familiare

L’Agenzia delle Entrate ha spiegato che si può cedere ad un familiare il credito di imposta corrispondente al bonus ristrutturazioni se le spese per i lavori sono state sostenute negli anni 2020 e 2021. Questo perché l’articolo 121 del Decreto Rilancio (DL 34/2020) ha previsto la possibilità di cedere il credito d’imposta senza indicare limitazioni particolari sui soggetti che possono riceverlo e senza che sia necessario verificare il collegamento con il rapporto che ha dato origine alla detrazione.
 
Oltre al classico caso di cessione nei confronti dei fornitori di beni e servizi necessari alla realizzazione degli interventi, o a quello in favore degli istituti di credito e degli altri intermediari finanziari, ha scritto l’Agenzia nella sua risposta, possono essere destinatari della cessione altri soggetti (persone fisiche, anche esercenti attività di lavoro autonomo o d’impresa, società ed enti), anche se familiari.
 
L’Agenzia ha ricordato che la cessione del credito va comunicata all’Agenzia delle entrate, in via telematica, entro il 16 marzo dell’anno successivo a quello in cui sono state sostenute le spese, utilizzando il modello allegato al provvedimento 8 agosto 2020 e modificato dal provvedimento 12 ottobre 2020.
 
Per le spese sostenute nel 2020, il termine per comunicare la cessione del credito è stato prorogato al 31 marzo 2021.
 

Bonus ristrutturazioni e cessione del credito

Ricordiamo che, prima dell’entrata in vigore del Decreto Rilancio, non era possibile cedere ad altri soggetti il credito di imposta corrispondente alla detrazione fiscale per gli interventi agevolati con il Bonus Ristrutturazioni.
 
Il Decreto Rilancio si applica ai lavori realizzati nel 2020 e nel 2021. Per questo motivo, se le spese sono state sostenute prima del 2020, non è possibile optare per la cessione del credito.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui