Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sottotetto trasformato in abitazione, quali bonus spettano in condominio
RISTRUTTURAZIONE Sottotetto trasformato in abitazione, quali bonus spettano in condominio
LAVORI PUBBLICI

Post-Covid, l’Emilia Romagna investe su montagna e aree interne

di Rossella Calabrese

La Regione finanzia il recupero di spazi urbani, strutture sanitarie, edifici storici e viabilità in 105 Comuni messi in difficoltà dalla pandemia

Commenti 3138
Foto: emiliaromagnaturismo.it - Ph Giuliano Gardenghi
07/04/2021 - Recuperare spazi urbani, strutture sanitarie, edifici storici e viabilità in 105 Comuni che, per le loro caratteristiche geografiche, fisiche e socio-economiche, rischiano di pagare un prezzo particolarmente alto alla pandemia.
 
È l’obiettivo del programma di investimenti da 27 milioni di euro avviato dalla Regione Emilia Romagna per i territori appenninici e le aree interne.
 
Il piano prevede la riqualificazione di piazze e spazi pubblici, luoghi di aggregazione, strutture sanitarie; interventi per migliorare, rendere più sicuri e funzionali scuole ed impianti sportivi; il recupero di edifici storici e di interesse culturale; la manutenzione straordinaria della viabilità.
 
I 105 Comuni coinvolti saranno interessati da 83 progetti un terzo dei quali già cantierabili. Quasi la metà riguardano lavori di ristrutturazione, adeguamento sismico e di accessibilità di edifici pubblici, spazi collettivi, anche sanitari, spazi di aggregazione urbani.
 

 
Un terzo è dedicato alla ciclabilità, al decoro e qualità urbana, agli spazi (parcheggi, accessi sicuri) a servizio di edifici pubblici e scuole. Un quarto è destinato alla manutenzione straordinaria e messa in sicurezza di strade comunali.
 
Non mancano progetti per la riqualificazione di edifici storici e di interesse culturale.
 
Questa tranche va a completare il “Programma straordinario per i territori colpiti dalla pandemia e aree montane e interne” sostenuto dalla Regione con uno stanziamento complessivo di 40 milioni di euro di cui 26 già assegnati ai Comuni delle province di Piacenza e Rimini e al comune di Medicina, nel Bolognese - ex zone rosse durante la prima ondata pandemica del 2020.
 
Complessivamente, compresa la quota di co-finanziamento degli enti locali, i 40 milioni regionali portano a un investimento totale di 62 milioni di euro e all’avvio di 200 cantieri. Nelle prossime settimane è prevista la partenza degli interventi la cui attuazione dovrà avvenire entro il dicembre 2022.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui