Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Tettoie, serve il permesso di costruire?
NORMATIVA Tettoie, serve il permesso di costruire?
NORMATIVA

PNRR, i progettisti chiedono iter ad hoc per le opere con valore architettonico

di Rossella Calabrese

La Rete Professioni Tecniche propone che gli incarichi siano affidati esclusivamente attraverso concorsi di progettazione

Vedi Aggiornamento del 16/09/2021
Foto: Milan Markovic © 123RF.com
28/06/2021 - Prevedere una procedura ad hoc per le opere pubbliche in cui è prevalente la ricerca della qualità dell’architettura.
 
La richiesta è contenuta in una proposta di emendamento di emendamento all’art. 48 del DL Semplificazioni e Governance del PNRR (DL 77/2021), predisposta dalla Rete delle Professioni Tecniche (RPT) su input del Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC).
 
L’emendamento chiede di modificare le regole che riguardano gli appalti integrati, per le opere in cui è prevalente la componente architettonica.
 
“Finora - spiega Francesco Miceli, Presidente CNAPPC e componente RPT -, le procedure degli appalti integrati hanno dimostrato non poche criticità. Le modifiche presentate oggi, e che abbiamo fortemente voluto, possono superare queste stesse criticità, rimettendo la qualità dell’architettura al centro del progetto. Ci auguriamo che si possa aprire un confronto su questi temi anche con le istituzioni parlamentari”.
 

I tecnici, in particolare, chiedono che l’incarico del progetto di fattibilità tecnico-economico venga affidato esclusivamente attraverso il concorso di progettazione. Il progetto vincitore sarà posto a base di gara per la scelta del contraente per la progettazione definitiva, la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori. Oltre all’affidatario dell’appalto, partecipa il professionista vincitore del concorso a cui viene affidato anche l’incarico di Direzione dei lavori.
 
Il progetto di fattibilità tecnico economica (FTE) - secondo la proposta - dovrà contenere tutti gli elementi in grado di rappresentare l’opera architettonica nella sua interezza e negli elementi di dettaglio in modo da poterne valutare il livello di qualità e garantire il risultato finale in fase di esecuzione dei lavori.
 
L'obiettivo è quindi quello di indicare una procedura diversa per le opere pubbliche in cui è prevalente la ricerca della qualità dell’architettura.
 
Dai progettisti viene, inoltre, richiesta l’istituzione di un fondo di rotazione per il finanziamento della progettazione di fattibilità tecnico economica in modo da consentire alle stazioni appaltanti di potere disporre di adeguate risorse destinate all’attività di progettazione da affidare a professionisti esterni.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui