Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, confermati i tempi più lunghi per condomìni, edifici plurifamiliari e case popolari
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus, confermati i tempi più lunghi per condomìni, edifici plurifamiliari e case popolari
RISTRUTTURAZIONE

Bonus ristrutturazioni e nuova costruzione, ecco quando sono compatibili

di Paola Mammarella

Agenzia delle Entrate: ok alla detrazione sulla parte eccedente il contributo per la ricostruzione post-sisma

Vedi Aggiornamento del 17/06/2021
Commenti 110012
Foto: gajus©123RF.com
07/06/2021 – Quando si ricostruisce un immobile danneggiato dal sisma, usufruendo del contributo per la ricostruzione, si può ottenere il bonus ristrutturazioni sulla parte che eccede il contributo, anche se l’intervento è classificato come nuova costruzione. Lo ha spiegato l’Agenzia delle entrate con la risposta 389/2021.
 

Bonus ristrutturazioni e contributo alla ricostruzione, il caso

Il proprietario di una unità immobiliare, danneggiata dal sisma del 2016 e dichiarata inutilizzabile, aveva intenzione di demolirla e ricostruirla con stessa volumetria ma sagoma diversa, rispettando le normative antisismiche, energetiche e di accessibilità.
 
Per l’intervento, il Comune avrebbe rilasciato l’autorizzazione per la realizzazione di una nuova costruzione ai sensi dell’articolo 3, comma 1 lettera e) del Testo Unico dell’edilizia (Dpr 380/2001). Dal momento che l’immobile sorgeva in una zona paesaggisticamente vincolata, i lavori non potevano qualificarsi come ristrutturazione edilizia.
 
Il proprietario si è quindi rivolto all’Agenzia delle Entrate per sapere se potesse usufruire il Bonus ristrutturazioni sulla parte eccedente il contributo per la ricostruzione post-sisma.
 

Bonus ristrutturazioni e ricostruzione, non conta il titolo abilitativo

L’Agenzia ha ricordato che, in base all’articolo 16-bis, del Testo Unico delle Imposte sui redditi (Dpr 917/1986), che regola il funzionamento del Bonus ristrutturazioni, l’agevolazione è riconosciuta agli interventi di ricostruzione e ripristino di un immobile danneggiato da eventi calamitosi anche se tali interventi non si qualificano come manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia.
 
La condizione per ottenere il bonus, ha concluso l’Agenzia, non è il titolo abilitativo e la qualificazione dell’intervento, ma la circostanza che gli interventi vengano realizzati su un immobile danneggiato e che sia stato dichiarato lo stato di emergenza.
 
SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS RISTRUTTURAZIONI
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui