Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, ecco il modulo unico CILAS
NORMATIVA Superbonus 110%, ecco il modulo unico CILAS
NORMATIVA

Bonus facciate per l’illuminazione dei balconi, solo per motivi ‘tecnici’

di Rossella Calabrese

Agenzia delle Entrate: sempre ammissibili invece gli interventi sui parapetti dei balconi

Vedi Aggiornamento del 23/07/2021
Commenti 4721
Foto: glowonconcept © 123RF.com
19/07/2021 - Per l’installazione di corpi illuminanti a soffitto o a parete, in corrispondenza dei balconi, finalizzati a dare risalto all’architettura dell’edificio anche nelle ore notturne, il bonus facciate spetta solo in presenza di motivi ‘tecnici’, da verificare nel caso concreto.
 
Sempre agevolati, invece, gli interventi sui parapetti dei balconi, trattandosi di elementi costitutivi del balcone stesso.
 
Queste precisazioni sono arrivate con la Risposta 482 del 15 luglio 2021 dell’Agenzia delle Entrate ad un interpello presentato da una Snc che intende effettuare dei lavori su un hotel, di cui è proprietaria, fruendo del bonus facciate.
 
Il progetto prevede di modificare i parapetti dei balconi, costituiti da ringhiere metalliche e parti in vetro, aumentando la superficie delle porzioni vetrata a discapito della parte metallica che - data la vicinanza al mare - è soggetta a continui e ripetuti interventi di manutenzione; in alternativa, la società progetta di modificare il disegno della ringhiera metallica, sostituendo in ogni caso il vetro, oramai obsoleto, con nuovi elementi, dello stesso materiale, ma con migliori caratteristiche in termini di sicurezza.
 

Inoltre, la Snc prevede di installare corpi illuminanti a soffitto o a parete, in corrispondenza degli stessi balconi, al fine di rendere gradevole la vista e dare risalto all’architettura dell’edificio anche nelle ore notturne.

La società ha quindi chiesto il parere dell’Agenzia delle Entrate sulla ammissibilità degli interventi al bonus facciate del 90%.
 

Bonus facciate per l’illuminazione dei balconi, solo per motivi ‘tecnici’

L’Agenzia ricorda che, per essere ammessi al bonus, gli interventi devono essere finalizzati al “recupero o restauro” della facciata esterna e devono essere realizzati esclusivamente sulle “strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi”. Rispetto al caso in esame, il bonus facciate spetta per le spese sostenute per l’intervento sui parapetti dei balconi, trattandosi di elementi costitutivi del balcone stesso.
 
Per quel che riguarda l’installazione dei corpi illuminanti a soffitto o a parete, nel presupposto che si tratti di opere accessorie e di completamento dell’intervento sulle facciate esterne nel suo insieme i cui costi sono strettamente collegati alla realizzazione dell'intervento stesso (si veda la Risposta 520/2020), secondo l’Agenzia il bonus facciate spetta nel caso in cui tali interventi si rendono necessari per motivi ‘tecnici’, aspetto desumibile, tra l’altro, dai documenti di progetto degli interventi nel loro complesso.

La questione è quindi rimessa al progettista che dovrebbe esplicitare tali motivi e dimostrare la necessità di installare i corpi illuminanti.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui