Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, via libera alla detrazione anche con abusi edilizi
RISTRUTTURAZIONE Superbonus, via libera alla detrazione anche con abusi edilizi
NORMATIVA

Bonus ristrutturazione, per la cessione del credito c’è sempre tempo

di Rossella Calabrese

L’Agenzia delle Entrate spiega ad un contribuente in regime forfettario come recuperare le rate residue

Vedi Aggiornamento del 13/09/2021
  Commenti 15036
Foto: Mariusz Blach © 123rf.com
29/07/2021 - Un contribuente in regime forfettario non ha presentato la comunicazione per la cessione del credito per interventi di ristrutturazione edilizia eseguiti nel 2020. Se la presenta adesso può ancora cedere i 9/10 del credito?
 
A questa domanda, l’Agenzia risponde di sì, ricordando che l’opzione per la cessione del credito d’imposta derivante dalle detrazioni spettanti per l’esecuzione degli interventi di recupero del patrimonio edilizio, efficienza energetica, rischio sismico, recupero o restauro della facciata degli edifici o per l’istallazione di impianti fotovoltaici e colonnine di ricarica deve essere comunicata all’Agenzia delle entrate entro il 16 marzo dell’anno successivo a quello in cui sono state sostenute le spese. Per le spese effettuate nel 2020 il termine è stato prorogato al 15 aprile 2021.
 


Inoltre, con la Circolare 24/2020, l’Agenzia ha confermato che l’opzione può essere esercitata anche per le rate residue delle detrazioni non ancora usufruite e, in tal caso, deve riferirsi a tutte le rate restanti ed è irrevocabile.
 
Pertanto, nel caso indicato nel quesito, il contribuente che per le spese sostenute nel 2020 non ha presentato nei termini previsti (15 aprile 2021) la comunicazione all’Agenzia potrà cedere il credito corrispondente a nove delle dieci rate di detrazione, purché comunichi tale scelta entro il 16 marzo 2022.
 
Se egli possiede anche altri redditi - conclude l’Agenzia -, oltre a quello determinato in maniera forfettaria e assoggettato a imposta sostitutiva, potrà comunque richiedere la prima rata di detrazione, indicando la spesa sostenuta nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta 2020.

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
beretta m. cristina

buongiorno causa infiltrazioni devo impermeabilizzare e ripiastrellare oltre a rifare completamente intonaco sottostante del mio balcone. in questo caso si tratta di manutenzione straordinaria? se si basta fare cil o devo fare cila per avere detrazione 50% e chiedere cessione del credito? il comune mi dice che questa è attività manutenzione ordinaria pertanto come singolo provato non avrei sconto 50% ma se condominio minimo (siamo io e mio fratello ) si varrebbe)? grazie perchè è impossibile trovare soluzione