Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Equo compenso, professionisti molto critici sul ddl Meloni
PROFESSIONE Equo compenso, professionisti molto critici sul ddl Meloni
RISPARMIO ENERGETICO

Superbonus, in arrivo deroghe alle distanze e varianti semplificate

di Paola Mammarella

Cappotto termico e cordolo antisismico esclusi dal computo. Chiarimenti sui lavori realizzabili con CILA o in edilizia libera. Le novità nel disegno di legge di conversione del DL Semplificazioni

Vedi Aggiornamento del 28/07/2021
Commenti 28709
Foto: Facebook @Cameradeideputati
23/07/2021 – Con il disegno di legge “Semplificazioni”, il Superbonus cambia veste e cerca di alleggerire ulteriormente le procedure per stimolare l’avvio dei lavori di riqualificazione energetica e messa in sicurezza antisismica. Il disegno di legge, dopo aver ottenuto la fiducia della Camera, è stato approvato con 265 voti favorevoli e 14 contrari. Il testo passa ora all'esame del Senato per l'approvazione definitiva.

Le misure si aggiungono a quelle già contenute nel Decreto Legge e, secondo il Senatore Gianni Pietro Girotto, rappresentano un miglioramento della normativa in vigore.
 

Superbonus, distanze minime e altezze massime

Il ddl prevede che gli interventi di dimensionamento del cappotto termico e del cordolo sismico non concorrono al conteggio della distanza e dell’altezza, in deroga alle distanze minime riportate all’articolo 873 del codice civile.
 


Superbonus: CILA, edilizia libera e varianti

Gli interventi agevolati con il Superbonus, ad eccezione delle demolizioni e ricostruzioni, saranno considerati manutenzione straordinaria, ed eseguiti mediante Comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA), anche se realizzati sulle parti strutturali e i prospetti degli edifici. Il ddl introduce una specifica alla formulazione più generica del Decreto Legge. Di conseguenza, spiega Girotto, anche per questi interventi non sarà necessario lo stato legittimo degli immobili.
 
Per le opere classificate come “attività di edilizia libera” ai sensi del Testo Unico dell’edilizia (Dpr 380/2001), sarà sufficiente la descrizione dell’intervento nella CILA. Questo, spiega Girotto, semplificherà l'installazione di caldaie e finestre.

Le eventuali varianti in corso d’opera saranno comunicate a fine lavori e costituiranno una integrazione della CILA presentata.
 

Superbonus e violazioni formali

La bozza stabilisce che “le violazioni meramente formali che non arrecano pregiudizio all’esercizio delle azioni di controllo non comportano la decadenza delle agevolazioni fiscali limitatamente alla irregolarità od omissione riscontrata. Nel caso in cui le violazioni riscontrate nell’ambito dei controlli da parte delle autorità competenti siano rilevanti ai fini dell’erogazione degli incentivi, la decadenza dal beneficio si applica limitatamente al singolo intervento oggetto di irregolarità od omissione”.
 


Sismabonus acquisto, vendita entro 30 mesi

Nel sismabonus acquisto, sale da 18 a 30 mesi il termine entro cui le imprese di costruzione devono vendere gli immobili realizzati a seguito della demolizione e ricostruzione dell’edificio in chiave antisismica.
 

Superbonus e acquisto immobili efficienti

Chi acquista immobili che saranno sottoposti ad uno o più interventi di riqualificazione energetica, incentivati con il Superbonus, avrà a disposizione 30 mesi dalla stipula dell’atto di compravendita per il trasferimento della residenza.

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Christian

In sostanza si continua a regalare ai cittadini un illusione di semplificazione, menzionando esclusivamente le modalità e possibilità di accesso alla lotteria dei bonus fiscali gestita dall'Agenzia delle Entrate e dimenticandosi che la normativa di settore per l'Edilizia non viene disapplicata in alcun modo, quindi: ogni difformità non autorizza dello stato dei luoghi è soggetta alla repressione dell'abuso ai sensi di Legge; Ogni intervento assoggettato ad agibilità, necessita la conseguente presentazione di agibilità; gli interventi di edilizia libera non necessitano titolo abilitativo e/o eventuale comunicazione (se non prevista dagli strumenti comunali).