Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus edilizi, il trasferimento dei crediti nel consolidato fiscale non è una cessione
NORMATIVA Bonus edilizi, il trasferimento dei crediti nel consolidato fiscale non è una cessione
LAVORI PUBBLICI

Infrastrutture, nominati 20 commissari straordinari per 45 nuove opere

di Rossella Calabrese

Da aprile sono state commissariate 102 opere per un valore complessivo di 96 miliardi di euro

Vedi Aggiornamento del 12/05/2022
Foto: David Herraez © 123rf.com
24/08/2021 - Ulteriori 45 opere infrastrutturali strategiche saranno realizzate da 20 commissari straordinari, portando così a 102 le opere finora commissariate, per un valore complessivo di 96 miliardi di euro.
 
È quanto prevedono i Dpcm firmati dal Presidente del Consiglio, su proposta del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (MIMS).
 
In particolare, delle 45 opere oggetto dei Dpcm, 18 riguardano interventi relativi alle infrastrutture stradali per un valore 4,2 miliardi di euro, 15 infrastrutture ferroviarie per 6,9 miliardi di euro, 2 interventi per il trasporto rapido di massa per 1,8 miliardi di euro e 10 presidi di pubblica sicurezza per un valore di 0,596 miliardi di euro.
 
Dal punto di vista territoriale, le risorse sono così ripartite:
 
Strade - Nord: 1,6 mld di euro; Centro: 0,45 mld di euro; Sud: 2,2 mld di euro.
Ferrovie - Nord: 5,4 mld di euro; Centro: 1,1 mld di euro; Sud: 0,45 mld di euro.
Trasporto rapido di massa - Centro: 0,71 mld di euro; Sud 1,1 mld di euro.
Presidi di pubblica sicurezza - Nord: 0,07 mld di euro; centro 0,15 mld di euro; Sud 0,37 mld di euro.
 
Le opere commissariate - spiega il MIMS - sono caratterizzate da particolare complessità progettuale, difficoltà esecutiva o attuativa, da complessità delle procedure tecnico-amministrative ovvero esse hanno un forte impatto sul tessuto socioeconomico a livello nazionale, regionale o locale.
 
Per la loro realizzazione o il completamento si rende quindi necessaria la nomina di uno o più Commissari straordinari, figure di alta professionalità tecnico-amministrativa, dotati di poteri derogatori al Codice degli appalti, ma sempre nel rispetto delle norme di sicurezza e di tutela dell’ambiente e del paesaggio.
 


“Si tratta di opere importanti per il futuro del Paese e dei suoi territori - sottolinea il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini -, opere ferme da troppo tempo per la cui realizzazione occorre procedere rapidamente. Sono certo che i Commissari straordinari si impegneranno al massimo per realizzare le opere nei tempi previsti dai cronoprogrammi, ponendo particolare attenzione all’innovazione, alla sostenibilità ambientale, al dialogo con i territori e alla sicurezza dei lavoratori. Nell’espletamento delle loro funzioni, i commissari possono contare sul supporto dell’unità di contatto già creata al Ministero”.
 
La nomina dei 20 Commissari si inquadra nell’impegno del Ministero per accelerare l’iter realizzativo di opere ferme da tempo e fortemente attese dai territori. Sommando le 57 opere già commissariate con i Dpcm del 16 aprile scorso, gli interventi per i quali si è ritenuto di nominare i Commissari sono in totale 102, per un valore di investimento complessivo di circa 96 miliardi di euro.
 
“L’impegno per il recupero delle disuguaglianze territoriali a favore del Mezzogiorno, che ha caratterizzato le scelte poste alla base del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e del Fondo complementare (con una quota del 56% degli investimenti di competenza del Ministero a favore del Sud e delle Isole) appare estremamente evidente anche in questo caso” ha aggiunto il Ministro Giovannini.
 
Complessivamente, gli investimenti oggetto dei diversi commissariamenti approvati quest’anno sono così distribuiti: al Nord 28 opere per 28,7 miliardi di euro (30% del totale), al Centro 29 opere per 27,1 miliardi di euro (28%), al Sud 45 opere per 40,3 miliardi di euro (42%).
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione