Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus edilizi, il trasferimento dei crediti nel consolidato fiscale non è una cessione
NORMATIVA Bonus edilizi, il trasferimento dei crediti nel consolidato fiscale non è una cessione
NORMATIVA

Lavori di messa in sicurezza, cosa accade a chi non li realizza?

di Paola Mammarella

Cassazione: sanzione penale per chi non ottempera all’ordine del Comune e mette a rischio le persone

Vedi Aggiornamento del 12/01/2022
Foto: bink0ntan©123RF.com
17/08/2021 - I proprietari degli edifici pericolanti, cui il Comune ordina interventi di messa in sicurezza devono ottemperare in tempi previ per non arrecare danno alle persone. In caso contrario, scatta una sanzione penale. Lo ha spiegato la Cassazione con la sentenza 25176/2021.
 

Multa per mancata manutenzione degli edifici

I giudici si sono pronunciati sul caso di una multa eseguito opere di messa in sicurezza, come per i proprietari di un edificio che non avevano ottemperato all’ordinanza sindacale emessa per ragioni di sicurezza pubblica. L’ordinanza chiedeva di realizzare, a loro spese ed entro un termine stabilito, le opere indispensabili alla messa in sicurezza dell’immobile in rovina, che poteva creare pericolo per le persone.
 
I proprietari sostenevano invece che l’immobile non versasse in stato di abbandono e che, nel corso degli anni, avevano eseguito opere di messa in sicurezza, come l’apposizione di una rete metallica e interventi di piccola manutenzione. L’immobile, a loro avviso, si trovava a distanza elevata dalle altre costruzioni ed era stato interessato solo una volta dal crollo di alcune tegole.
 
Secondo i proprietari, inoltre, la multa era troppo elevata perchè non teneva conto della limitata gravità del reato né del criterio che impone al giudice di valutare le condizioni economiche del responsabile.
 


Manutenzione degli edifici, è un obbligo per i proprietari

La Cassazione ha respinto il ricorso dei proprietari spiegando che il livello di pericolo per le persone esclude che il reato possa essere considerato lieve.
 
I proprietari, osservano i giudici, non hanno provveduto alla messa in sicurezza dell’edificio, così come ordinato dal Comune, e questa inerzia ha causato la caduta delle tegole su una strada pubblica e nel fondo confinante, abitato da un altro nucleo familiare.
 
I giudici, dato l’effettivo pericolo causato alle persone, hanno confermato la multa a carico dei proprietari.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione