Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Equo compenso dei professionisti, via libera della Camera
PROFESSIONE Equo compenso dei professionisti, via libera della Camera
AZIENDE

IPM Italia per la nuova Rotonda Ferrer Manuelli di Spotorno

di IPM Italia

Il nuovo pavimento in resina IPM Freetime versione Plus per uno spazio multifunzionale

17/09/2021 -  “C’è voluto tempo, si sono succedute tre amministrazioni per superare tutti gli imprevisti amministrativi, tecnici ed economici che nel corso degli anni si sono presentati inaspettati, ma finalmente ci siamo riusciti: Spotorno ha la sua Agorà”. Così il sindaco Mattia Fiorini inaugurava ad agosto 2021 la nuova Rotonda Ferrer Manuelli, una delle opere urbane più attese dalla comunità di Spotorno, in provincia di Savona.

Un progetto visionario, a cura dello studio Marco Ciarlo Associati di Altare (SV) che si è occupato delle varie fasi dei lavori, per risolvere la superficie della nuova Rotonda Ferrer Manuelli con soluzioni che si rapportano con il paesaggio per frammenti, mentre suolo e orizzonte si uniscono in un gioco di campiture geometriche. Con un lieve dislivello verso il mare e da attraversare longitudinalmente per scoprirlo, la nuova Rotonda Ferrer Manuelli è metafora di spazio comune: unisce spazi un tempo divisi per farli vivere e rivivere, diventando cucitura urbana per nuove relazioni sociali. Per farlo, sceglie un mosaico di colori in grado di evocare le caratteristiche del territorio quali il giallo ocra, il sabbia, l'azzurro e il rosso. Le panchine ombreggiate da aiuole alberate lungo i bordi rendono questo spazio un centro aggregativo per la crescita della vita sociale e collettiva, simbolo della città, generatore di stupore.

Della rotonda, Marcello Campora, architetto e fotografo savonese, scrive: “Non credo che l’architettura possa avere ancora come fine principale il volume edilizio e la nuova costruzione. Credo che il suo valore sarà sempre più misurato nella capacità dell’architetto di tessere il territorio, di unire spazi per farli vivere o rivivere. Cuciture urbane capaci di creare relazioni sociali. Auspico per l’architetto un ruolo nella cura della società in alcune delle sue debolezze abbandonando finalmente l’essere ostaggio di chi produce ricchezza fine a se stessa. L’area del recente intervento di Marco Ciarlo Associati a Spotorno mancava di un pezzo. Era un’ampia interruzione non affrontata. L’idea di ricreare la cucitura fra le due parti di territorio attraverso l’inserimento di un vero e proprio pezzo di tessuto è il segno che ha voluto dare l’architetto ed è segno intelligente. Un tessuto che si esplica attraverso una trama di colori che riempiono lo spazio senza occuparlo. […] Bravi; Se la soluzione più semplice è anche la più bella di solito si vince. Mentre passeggiavo tra le trame dei colori della pavimentazione di questo nuovo luogo mi sono riavvicinato per un po’ all’architettura e ai suoi contenuti; la ho attraversata. Altri erano lì con me.”

IL PROGETTO E L’INTERVENTO DI IPM ITALIA
Il progetto della Rotonda Ferrer Manuelli ha previsto una prima fase di sostituzione totale della soletta e di rinforzo strutturale statico che rendesse prima di tutto idonea la terrazza a tutti i nuovi usi. La seconda fase è stata invece di “sistemazione ambientale e paesaggistica” per far sì che i 2.500 mq di superficie diventassero funzionali e rispondenti alle varie esigenze. In questa fase è intervenuta IPM Italia, oggi uno dei maggiori player nazionali nella produzione e posa di pavimenti continui in resina per indoor e in graniglia naturale per outdoor nel settore industriale, commerciale e residenziale.

“Il disegno astratto previsto dal progetto dello studio Ciarlo Associati configura una nuova identità visiva allo spazio urbano. La sfida, per noi di IPM Italia, era rispettare il progetto e le cromie scelti dallo studio in accordo con l’amministrazione comunale, e offrire una pavimentazione in resina per esterno adatta all’ambiente marino, dunque resistente ai cloruri del mare, e certificato per la ciclopedonalità. È stato così scelto il nuovo IPM Freetime, sviluppato dai nostri laboratori nella versione Plus per rispondere alle necessità della committenza. IPM Freetime versione Plus è a base di prodotti resinosi innovativi, traspiranti, di nuova generazione e certificati a zero emissioni VOC: garantisce resistenza e ottima resa estetica. Il risultato, dopo un cantiere di circa tre settimane, è millimetrico: una sorta di installazione artistica a cavallo con il rigore geometrico dell’architettura circostante e un bell’esempio di riqualificazione urbana che siamo molto soddisfatti di aver eseguito con le nostre squadre certificate”, dichiara Andrea Penati, CEO e Direttore Tecnico di IPM Italia.

IPM Freetime versione Plus, il pavimento in resina per piste ciclo-pedonabili e impianti sportivi outdoor
Ideato, progettato e sviluppato da IPM Italia, da sempre impegnata in ambito Ricerca e Sviluppo di sistemi di pavimentazioni continue, IPM Freetime versione Plus permette di realizzare nuove pavimentazioni o rivestire e ripristinare vecchi supporti. La sua particolare formulazione a base di prodotti resinosi permette inoltre di rivestire sottofondi in asfalto, di nuova o vecchia realizzazione, purché sani e coesi.

È disponibile in varie colorazioni e offre il giusto grip antisdrucciolo, ottima elasticità e il giusto coefficiente di rimbalzo delle palle da gioco, per garantire una divertente fruizione della terrazza anche ai più piccoli.
Nasce infatti come pavimentazione per esterni, specifica per il mondo sport e leisure e nella versione Plus offre inoltre performance di carrabilità media, risultando adatto a rispondere alle esigenze d’uso previsto della terrazza. La grande piazza centrale, volutamente lasciata libera, accoglierà pedoni e cittadini, eventi e persone in bicicletta.
Il progetto di riqualificazione, concluso ad agosto 2021, prevede un secondo lotto che riguarderà i marciapiedi.

Pienamente soddisfatto dei lavori l’architetto Marco Ciarlo, che dichiara: “Questo progetto è stato un vero lavoro di squadra, e siamo contenti di aver coinvolto IPM Italia che ha saputo rispondere con efficienza e nei tempi concordati alle necessità dell’opera sia in termini di programmazione, sia di rispetto del disegno architettonico, garantendo un’ottima resa finale. Ogni aspetto è stato curato e seguito secondo le aspettative, motivo per cui siamo davvero estremamente soddisfatti.”

IPM Italia su Edilportale.com
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus e bonus edilizi, come sta andando e cosa prevedi per il futuro? Partecipa