Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus edilizi, sanzioni più pesanti per i professionisti che asseverano il falso valide dal 25 febbraio
NORMATIVA Bonus edilizi, sanzioni più pesanti per i professionisti che asseverano il falso valide dal 25 febbraio
RISTRUTTURAZIONE

Bonus ristrutturazioni, il trasferimento all’erede è possibile una sola volta

di Paola Mammarella

L’Agenzia delle Entrate spiega cosa accade in caso di decesso del beneficiario della detrazione

Vedi Aggiornamento del 04/04/2022
Bogdan Mircea Hoda ©123RF.com
22/09/2021 - Le detrazioni fiscali per gli interventi edilizi possono essere ereditate solo una volta. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta 612/2021. L’interpello verte sul bonus ristrutturazioni, ma può essere esteso alle altre detrazioni fiscali, come ecobonus e superbonus.
 

Detrazioni fiscali e passaggio agli eredi, il caso

L’Agenzia delle Entrate si è pronunciata sul caso di un contribuente deceduto dopo aver sostenuto le spese per la ristrutturazione edilizia di un immobile. La proprietà dell’immobile, e le quote residue della detrazione, sono state trasferite agli eredi.
 
Tra gli eredi, la moglie dell’istante è deceduta un anno dopo senza aver usufruito della sua quota di agevolazione perché non aveva prodotto redditi né presentato la relativa dichiarazione.
 
Il marito ha quindi chiesto all’Agenzia delle Entrate se:
- può beneficiare delle detrazioni relative alle quote di immobile di cui è venuto in possesso;
- nel computo della rata può considerare la detrazione non fruita dalla moglie nell'anno precedente in quanto incapiente;
-  può utilizzare, nello stesso modo, anche l'ulteriore quota di detrazione spettante alla figlia, incapiente.
 


Bonus ristrutturazioni, successione una sola volta

L’Agenzia ha spiegato che, in caso di vendita o di donazione da parte dell'erede che ha la detenzione materiale e diretta del bene, le quote residue della detrazione non fruite da questi non si trasferiscono all'acquirente/donatario, neanche nell'ipotesi in cui la vendita o la donazione siano effettuate nel medesimo anno di accettazione dell'eredità.
 
Analogamente, in caso di decesso dell'erede che ha acquisito le quote di detrazione non fruite dal primo beneficiario della detrazione che ha sostenuto le spese agevolabili, le quote residue non si trasferiscano al successivo erede.
 
Questo significa che l'istante, in qualità di erede, non può beneficiare delle quote residue della detrazione acquisite dalla moglie deceduta a seguito del decesso del padre che aveva sostenuto le spese.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Sondaggi Edilportale
Superbonus e cessione dei crediti, cosa sta succedendo?
Partecipa
Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione