Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus e bonus facciate, come è andata finora
MERCATI Superbonus e bonus facciate, come è andata finora
RISTRUTTURAZIONE

Ecobonus e bonus ristrutturazioni, cosa accade se cambia la destinazione d’uso dell’immobile

di Paola Mammarella

L’Agenzia delle Entrate spiega quando si perde la detrazione fiscale

Vedi Aggiornamento del 01/10/2021
  Commenti 16431
Foto: ahfotobox ©123RF.com
21/09/2021 - Un appartamento che, dopo i lavori di ristrutturazione ed efficientamento energetico, sarà destinato a studio professionale, di quali detrazioni fiscali può usufruire? Lo ha spiegato l’Agenzia delle Entrate con la risposta 611/2021.
 

Ecobonus e bonus ristrutturazioni, il caso

Il proprietario di un appartamento intende realizzare interventi di ristrutturazione ed efficientamento energetico. Dopo i lavori, l’appartamento sarà concesso in comodato d’uso al coniuge, che lo utilizzerà come studio professionale.
 
Il proprietario ha quindi chiesto se il cambio di destinazione d’uso può comportare la perdita delle detrazioni fiscali.
 


Bonus ristrutturazioni, il vincolo della destinazione d’uso

L’Agenzia ha spiegato che, per ottenere il bonus ristrutturazioni, gli interventi devono essere eseguiti su edifici residenziali o su parti di edifici residenziali di qualunque categoria catastale, anche rurale, esistenti. Sono pertanto esclusi gli interventi realizzati su edifici o su parti di edifici non residenziali.
 
È possibile ottenere il bonus ristrutturazioni anche per gli interventi realizzati su un immobile che diventerà ad uso residenziale solo dopo i lavori. In tal caso, però, nel provvedimento amministrativo che autorizza i lavori deve risultare chiaramente che gli stessi comportano il cambio di destinazione d'uso del fabbricato in abitativo.
 
Nel caso esaminato, quindi, il proprietario non può ottenere il bonus ristrutturazioni.
 


Ecobonus, non conta la destinazione d’uso

L’Agenzia ha ricordato che, a differenza del bonus ristrutturazioni, l’Ecobonus si applica a tutti gli edifici esistenti, anche non residenziali.
 
Nel caso preso in considerazione, quindi, il proprietario può usufruire dell’ecobonus per gli interventi di efficientamento energetico, a prescindere dalla destinazione d’uso e dall’utilizzo che farà dell’immobile.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus e bonus edilizi, come sta andando e cosa prevedi per il futuro? Leggi i risultati