Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Abusi edilizi, come si calcola la multa alternativa alla demolizione?
NORMATIVA Abusi edilizi, come si calcola la multa alternativa alla demolizione?
MERCATI

Caro materiali, Assistal: ‘le imprese non riescono a partecipare alle gare pubbliche’

Le criticità: mancato adeguamento dei prezzi agli aumenti delle materie prime e prezzari regionali non aggiornati

Vedi Aggiornamento del 03/11/2021
Foto: Dmytro Tolmachov © 123rf.com
15/10/2021 - “Le aziende nostre associate continuano a segnalarci la presenza di enormi difficoltà che sfociano sino all’impossibilità di partecipare alle nuove gare”.
 
Lo ha dichiarato Angelo Carlini, Presidente di ASSISTAL, l’Associazione Nazionale Costruttori di Impianti, dei Servizi di Efficienza Energetica - ESCo e Facility Management, aderente a Confindustria.
 
“In particolare, rinveniamo due evidenti criticità: la prima è l’assenza totale di una revisione dei prezzi alla luce degli aumenti del costo delle materie prime. La seconda è il ricorso a prezzari regionali che non tengono conto delle eccezionali condizioni di mercato”.
 

“Consultando i documenti di gara - ha sottolineato Carlini -, ci risulta che i prezzi adottati, già di per sé incongrui, sono stati ulteriormente ridotti prendendo a riferimento l’analisi dei ribassi offerti in sede di gara su precedenti appalti analoghi. Le imprese, il vero motore della ripartenza e della ripresa economica, non possono operare in queste condizioni”.
 
“Ci chiediamo, inoltre, perché tanta attesa per il ‘decreto prezzi’ con il quale il Ministero delle Infrastrutture deve rilevare gli aumenti percentuali dei singoli prezzi dei materiali da costruzione, verificatesi nel primo semestre del 2021, e perché nessun provvedimento straordinario sia ancora stato adottato”.
 
Bisogna intervenire in fretta e non lasciare il peso sulle spalle delle imprese, che non hanno la forza finanziaria di reggere impatti così devastanti. Con aumenti dei materiali in continua crescita, l’unico traguardo che abbiamo davanti a noi è l’insostenibilità e la paralisi del mercato, e tutte le spinte incentivanti saranno completamente inutili” - ha concluso il Presidente di ASSISTAL.
 
 
Fonte: ufficio stampa ASSISTAL

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui