Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Abusi edilizi, come si calcola la multa alternativa alla demolizione?
NORMATIVA Abusi edilizi, come si calcola la multa alternativa alla demolizione?
NORMATIVA

Nuove costruzioni in zona sismica, quando l’autorizzazione non è richiesta

di Paola Mammarella

Tar Napoli: le deroghe introdotte dal Decreto Sblocca Cantieri sono immediatamente applicabili, irrilevanti le linee guida del Mit

Foto: Roman Motizov©123RF.com
27/10/2021 - Per realizzare una nuova costruzione può essere richiesta la preventiva autorizzazione del Genio Civile, mentre in alcuni casi è sufficiente una denuncia. La differenza dipende dalla sismicità dell’area su cui si vuole costruire e dalla complessità dell’edificio.
 
Sull’argomento, il Decreto Sblocca Cantieri ha introdotto una serie di modifiche e il Ministero delle Infrastrutture (oggi Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili) ha emanato delle linee guida. Il susseguirsi delle norme ha creato qualche difficoltà agli uffici del Genio Civile, in dubbio su quali regole fossero in vigore al momento della presentazione della documentazione per la realizzazione di un edificio.
 
Le difficoltà interpretative hanno generato un contenzioso, risolto dal Tar Campania con la sentenza 6548/2021, con cui i giudici hanno concluso che le deroghe introdotte dal Decreto Sblocca Cantieri sono immediatamente applicabili.
 

Nuova costruzione e autorizzazione sismica, il caso

I giudici si sono pronunciati sul ricorso contro l’ordine con cui il Genio Civile ha ordinato la sospensione dei lavori di nuova costruzione di un immobile.
 
Secondo il Genio Civile, il responsabile dell’intervento avrebbe dovuto chiedere l’autorizzazione prima di iniziare i lavori.
 
A detta del responsabile dell’intervento, invece, per effetto delle modifiche che il Decreto Sblocca Cantieri (Legge 55/2019) ha apportato al Testo Unico dell’edilizia (DPR 380/2001), per gli interventi di minore rilevanza non è più richiesta l’autorizzazione, ma è sufficiente una denuncia.
 

Nuova costruzione e autorizzazione sismica, le modifiche dello Sblocca Cantieri

Lo Sblocca Cantieri ha:
- catalogato gli interventi strutturali nelle zone sismiche secondo la minore o maggiore rilevanza per la pubblica incolumità;
- previsto l’emanazione di linee guida del Ministero delle Infrastrutture;
- previsto, per gli interventi di minore rilevanza, una deroga all’obbligo della preventiva autorizzazione, con la possibilità di controlli a campione da parte delle Regioni.
 
Le norme dello Sblocca Cantieri sono in vigore dal 18 giugno 2019. Il 30 aprile 2020, il Ministero delle Infrastrutture ha approvato le linee guida per individuare gli interventi di carattere non sostanziale per cui non serve il preavviso (DM 30 aprile 2020).
 
Il responsabile dell’intervento ha presentato la denuncia al Genio Civile il 1° febbraio 2020, ma la Regione ha obiettato che, non essendo state ancora adottate le linee guida del Ministero, le deroghe introdotte non fossero ancora operative.
 


Nuova costruzione in zona sismica, quando non è necessaria l’autorizzazione

Il Tar ha accolto il ricorso spiegando che le linee guida sono strumentali all’individuazione delle opere per cui non è necessario il preavviso. Al contrario, hanno illustrato i giudici, le deroghe disposte dallo Sblocca Cantieri sono immediatamente applicabili.
 
Dato che, come emerso dai documenti depositati, la costruzione non presenta caratteri di complessità e può essere annoverata tra quelle di minore rilevanza, il responsabile dell’intervento, presentando la denuncia, ha agito correttamente e non deve subire il blocco dei lavori.
 
Ricordiamo che gli interventi di minore rilevanza, indicati nell’articolo 94-bis del Testo Unico dell’edilizia, sono:
- Interventi di adeguamento o miglioramento sismico di costruzioni esistenti nelle località sismiche a media sismicità (zona 2, limitatamente a valori di PGA compresi fra 0,15 g e 0,20 g) e zona 3;
- Riparazioni ed interventi locali sulle costruzioni esistenti;
- Nuove costruzioni che non presentino particolare complessità strutturale;
- Nuove costruzioni appartenenti alla classe di costruzioni con presenza solo occasionale di persone e edifici agricoli di cui al punto 2.4.2 del decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti del 17 gennaio 2018.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui