Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, in condominio proroghe al 31 dicembre 2025 solo per i lavori trainanti
NORMATIVA Superbonus, in condominio proroghe al 31 dicembre 2025 solo per i lavori trainanti
AZIENDE

L’importanza dell’outdoor living: l’esperienza di Valari

di Protezioni

PROTEZIONI intervista Federica Russo, architetto e co-founder del network internazionale Valari, specializzato in dimore di lusso italiane

24/11/2021 - Una casa in Italia: il sogno nel cassetto di chiunque non abbia avuto la fortuna di nascere nel Belpaese sin dai tempi del Grand Tour nel 1600.
Lo sanno bene i professionisti di Valari, network di architetti, landscape designer ed esperti in edilizia tutto made in Italy ma specializzato nella gestione delle sempre crescenti richieste internazionali nel settore dell’hospitality in Italia.

Puglia, Sicilia, Toscana, Tuscia ma anche Piemonte e Lombardia le location più richieste dai clienti stranieri presso le sedi di Valari a Londra, Parigi e Amsterdam.
Ci siamo fatti spiegare i perché direttamente dall’architetta e co-fondatrice di Valari, Federica Russo.

Cosa cerca solitamente un cliente straniero da una casa in Italia?

"Quest’anno il flusso di turismo internazionale e il movimento verso le seconde case si è spostato ancora di più verso l’autunno in seguito ad un ammorbidimento della regolamentazione sul Covid-19 avvenuto in alcuni paesi solo verso la fine dell’estate. Per un cliente del genere, dunque, diventa ancora più importante avere spazi coperti ma esterni dove poter percepire il contatto con il paesaggio senza soffrire la temperatura o la pioggia."
 
Quanto è importante, dunque, l’outdoor living nei vostri progetti?

"Costituisce almeno il 50% di tutti i nostri concept. In Italia, e al Sud in particolare, la vita si può svolgere quasi più all’esterno che all’interno anche nei mesi invernali. È per questo che il landscape design e l’outdoor living sono centrali nello sviluppo di ogni nostro progetto di hospitality. Ci lavoriamo fin dalle prime fasi insieme all’architetto paesaggista Simona Serafino affinché hard e soft landscape siano parte integrante dell’idea originaria e non un optional che arriva semmai a cantiere ultimato.
 
Hai parlato molto di paesaggio: immagino sia uno dei fattori essenziali che orientano le scelte della vostra clientela?

"Ovviamente il paesaggio è parte integrante dell’experience che offriamo e uno dei motivi principali per cui i nostri clienti decidono di comprare o addirittura di costruire una seconda casa in Italia. Nel lavoro che facciamo con Simona sul landscape non trascuriamo nessun dettaglio, partendo dai percorsi e gli ambiti paesaggistici fino alle selezioni di essenze locali da inserire nel progetto. Far percepire il paesaggio come parte del progetto è fondamentale per noi: il dentro e fuori sono una sottile linea che si può spostare in base alle stagionima soprattutto alla possibilità di poter vivere e godere i propri spazi."

Per Valari, dunque, l’approccio innovativo e internazionale si sposa col meglio della manodopera e dei materiali della tradizione locale, così come il concetto di indoor va sempre più a fondersi con quello di outdoor, anche grazie a soluzioni in grado di rendere invisibile e intangibile la frontiera tra il fuori e il dentro.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui