Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Asili nido e scuole dell’infanzia, pubblicato il bando da 3 miliardi di euro
LAVORI PUBBLICI Asili nido e scuole dell’infanzia, pubblicato il bando da 3 miliardi di euro
MERCATI

Superbonus, l’efficientamento energetico smuove investimenti per 9,7 miliardi

di Paola Mammarella

Da Enea i dati aggiornati a fine ottobre 2021: aperti più di 57mila cantieri, il 25% in più rispetto al mese scorso. Dominano i lavori negli edifici unifamiliari

Vedi Aggiornamento del 23/11/2021
Foto: Pavel Losevsky ©123RF.com
04/11/2021 - Il Superbonus fino ad ora ha movimentato investimenti per 9,7 miliardi di euro. È quanto emerge dai dati, aggiornati al 31 ottobre 2021, diffusi da Enea.
 

Superbonus, investimenti per 9,7 miliardi di euro

I dati mostrano che sono state presentate 57.664 pratiche. Rispetto ai dati del mese scorso, è stato registrato un aumento del 25% circa. Sul totale delle asseverazioni, 8.356 riguardano i condomìni, 29.369 gli edifici unifamiliari e 19.938 le unità immobiliari funzionalmente indipendenti.

Gli investimenti ammessi alla detrazione ammontano in totale a 9,7 miliardi di euro. Rispetto al mese scorso, si rileva un aumento pari quasi al 30%.
 
L’investimento medio dei lavori in condominio ammonta a circa 573mila euro, quello relativo agli interventi negli edifici unifamiliari a 104mila euro e quello per i lavori nelle unità immobiliari funzionalmente indipendenti a quasi 95mila euro.
 
Il numero dei cantieri aperti in condominio è nettamente più basso rispetto a quelli riguardanti gli edifici unifamiliari e le unità immobiliari funzionalmente indipendenti. Si conferma quindi l'andamento dei dati del mese scorso. 
 


Superbonus, quali effetti dalla Legge di Bilancio?

Il dato potrebbe mantenersi costante anche in seguito alle novità in arrivo con la Legge di Bilancio per il 2022. Negli edifici unifamiliari, le regole attualmente in vigore saranno valide fino al 30 giugno 2022, mentre dopo ci saranno una serie di condizioni da rispettare. Questo potrebbe spingere maggiormente il numero delle pratiche che saranno presentate per dare avvio ai lavori al più presto.
 
Nei condomìni, l’aliquota della detrazione decrescerà a partire dal 2024. Anche in questo caso, nonostante la maggiore complessità e gli accordi da raggiungere per deliberare gli interventi, si potrebbe registrare un impulso alle domande di intervento.


Superbonus, i dati dalle Regioni

Rispetto al mese scorso, si conferma anche il trend registrato nelle Regioni. Il maggior numero di pratiche è stato presentato in Lombardia (8.029), Veneto (7.237), Lazio (5.654), Toscana (4.617) ed Emilia Romagna (4.392).
 
L’andamento nazionale, che vede i condomìni in svantaggio rispetto agli interventi sugli edifici unifamiliari e le unità immobiliari funzionalmente indipendenti, si riproduce anche a livello regionale.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui