Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Asili nido e scuole dell’infanzia, pubblicato il bando da 3 miliardi di euro
LAVORI PUBBLICI Asili nido e scuole dell’infanzia, pubblicato il bando da 3 miliardi di euro
RISTRUTTURAZIONE

Sconto in fattura per ristrutturazione edilizia, spetta al professionista forfettario?

di Paola Mammarella

L’Agenzia delle Entrate torna a fornire spiegazioni su beneficiari delle detrazioni e modalità di fruizione alternative

Foto: gajus©123RF
16/11/2021 - Il professionista nel regime forfettario, che realizza un intervento di ristrutturazione edilizia, può usufruire dello sconto in fattura. Lo ha spiegato l’Agenzia delle Entrate rispondendo ad un quesito su Fisco Oggi.
 

Sconto in fattura, ok per il professionista forfettario

L’Agenzia ha spiegto che, per gli interventi agevolati con il bonus ristrutturazioni, i beneficiari della detrazione possono optare, in luogo dell’utilizzo diretto della stessa detrazione, per la cessione di un credito d’imposta, di importo corrispondente alla detrazione, o per lo sconto in fattura, cioè per un contributo, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, fino a un importo massimo pari al corrispettivo stesso.
 
La possibilità di optare per la cessione del credito o per lo sconto in fattura riguarda tutti i potenziali beneficiari della detrazione, compresi coloro che, in concreto, non potrebbero fruirne in quanto non tenuti al versamento dell’imposta, come nel caso dei contribuenti in regime forfettario.
 


Sconto in fattura, le condizioni per usufruirne

L’Agenzia ha spiegato che, per ottenere lo sconto in fattura, le spese devono essere sostenute nel periodo di vigenza dell’agevolazione. Al momento la scadenza del bonus ristrutturazioni è fissata al 31 dicembre 2021, ma il disegno di legge di Bilancio per il 2022 intende prorogare fino al 2024 sia la possibilità di usufruire direttamente della detrazione sia la chance di optare per lo sconto in fattura o la cessione del credito.
 
L’Agenzia ha inoltre ricordato che il modello per comunicare la scelta dello sconto in fattura o della cessione del credito è stato modificato per adeguarsi al Decreto “Antifrode”.
 
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui