Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus e bonus edilizi, i crediti saranno cedibili una sola volta
NORMATIVA Superbonus e bonus edilizi, i crediti saranno cedibili una sola volta
SICUREZZA

Sicurezza sul lavoro, blocco per le imprese col 10% di lavoratori irregolari o autonomi ingiustificati

di Paola Mammarella

In caso di sospensione, i datori di lavoro devono continuare a pagare retribuzione e contributi. È legge il Decreto Fiscale

Vedi Aggiornamento del 07/01/2022
Foto: Luis Caus©123RF.com
16/12/2021 - Stretta sul lavoro irregolare nelle imprese. È stata approvata definitivamente la legge di conversione del Decreto Fiscale (DL 146/2021). Il decreto, lo ricordiamo, prevede la sospensione dell’attività, multe e il divieto di partecipazione alle gare d’appalto per le imprese che impiegano lavoratori irregolari.   
 
Rispetto alla versione iniziale, il testo definitivo stabilisce che debbano essere considerati non in regola anche i lavoratori impiegati con contratto di lavoro autonomo occasionale nel caso in cui non ricorrano i presupposti di legge.
 

Sicurezza sul lavoro e lavoratori irregolari

La legge porta dal 20% al 10% la quota minima di lavoratori irregolari che, se scoperti dall’ispettorato del lavoro durante un’ispezione, fa scattare la sospensione dell’attività.
 
È prevista la sospensione anche in presenza di gravi violazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza del lavoro, che saranno individuate con un decreto del Ministero del Lavoro.
 


Sicuezza sul lavoro e lavoratori autonomi

Le imprese, in caso di ispezione, dovranno motivare la presenza dei lavoratori autonomi e, nel caso in cui tali lavoratori siano impiegati in assenza delle condizioni richieste dalla normativa, scatterà il blocco delle attività.
 
Per evitare fenomeni elusivi, i committenti dovranno comunicare l’impiego dei lavoratori autonomi all’Ispettorato del Lavoro. In caso di violazione degli obblighi, sono previste multe da 500 a 2500 euro.
 

Sospensione delle attività, il datore di lavoro continua a pagare i lavoratori

Nel caso in cui, per la presenza di irregolarità, l’impresa sia soggetta alla sospensione delle attività, per il periodo della sospensione non può contrattare con la Pubblica Amministrazione.
 
Il datore di lavoro è in ogni caso tenuto al pagamento della retribuzione e al versamento dei contributi.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione