Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Equo compenso, non piacciono le sanzioni per i professionisti che accettano compensi bassi
PROFESSIONE Equo compenso, non piacciono le sanzioni per i professionisti che accettano compensi bassi
NORMATIVA

Superbonus, il Governo dà l’ok alla proroga per le unifamiliari

di Paola Mammarella

Il termine per provare il completamento del 30% dei lavori sarà spostato di qualche mese. Intesa sulla quarta cessione del credito

Vedi Aggiornamento del 28/04/2022
Foto: Facebook Camera dei Deputati
11/04/2022 - Dopo una serie di richieste cadute nel vuoto, il Governo si è impegnato ad allentare i vincoli del Superbonus per gli edifici unifamiliari.
 
Martina Nardi e Alessia Rotta, rispettivamente presidente della Commissione Attività Produttive e presidente della Commissione Ambiente della Camera del Pd, hanno annunciato di aver trovato un’intesa con l’Esecutivo, che diventerà operativa subito dopo Pasqua.
 
I bonus edilizi hanno inoltre incassato un’altra semplificazione: la possibilità della quarta cessione, riconosciuta alle banchea favore dei propri correntisti.
 

Superbonus, proroga per gli edifici unifamiliari

Per usufruire del Superbonus fino al 31 dicembre 2022, non sarà più necessario provare la realizzazione del 30% dei lavori entro il 30 giugno 2022.
 
Questo termine sarà prorogato di qualche mese. La novità sarà messa nero su bianco con un decreto legge che dovrebbe arrivare sul tavolo del Consiglio dei Ministri il prossimo 21 aprile.
 
La proroga non ha trovato posto nel disegno di legge di conversione del Decreto “Energia”(DL 17/2022), che al momento è in Aula alla Camera per l’approvazione in prima lettura. L’impegno del Governo, rispecchia però le intenzioni manifestate dal Sottosegretario Federico Freni, che lo scorso 29 marzo, rispondendo ad un’interrogazione, ha mostrato i primi segnali di apertura.
 

Bonus edilizi, quarta cessione per le banche

Nel Decreto Energia ha però trovato posto l’estensione della cessione del credito relativa ai bonus edilizi e la proroga per le comunicazioni che imprese e professionisti devono inviare prima della dichiarazione dei redditi.
 
Le Commissioni Ambiente e Attività Produttive della Camera hanno approvato un emendamento dei relatori, in base al quale, dal primo maggio, le banche potranno operare una quarta cessione del credito, ma solo a favore dei soggetti con cui abbiano stipulato un contratto di conto corrente. Questa liberalizzazione risponde in parte alle richieste avanzate nei giorni scorsi dall’Associazione bancaria italiana (ABI), che ha lamentato un sistema troppo rigido.

Con l'emendamento approvato, le Commissioni hanno aggiustato il tiro rispetto alla prima ipotesi di quarta cessione. Un altro emendamento, approvato venerdì scorso, prevedeva infatti che banche, intermediari finanziari e assicurazioni operanti in Italia potessero operare la quarta cessione, ma restando obbligate in solido, con il titolare del bonus, per eventuali irregolarità che potessero comportare il recupero della detrazione. 

Un vincolo che è subito andato incontro a delle critiche. L'on M5S, Riccardo Fraccaro, ad esempio, in un post sulla sua pagina Facebook, aveva giudicato la misura "una soluzione che non funziona e che rischia di essere una presa in giro per i cittadini e le imprese che continueranno ad avere le stesse difficoltà in quanto, come è prevedibile, nessun istituto acquisterà del credito assumendosene la responsabilità".

I relatori hanno quindi messo a punto un altro emendamento per cancellare la norma dell'obbligazione in solido, che ha ottenuto l'ok delle Commissioni.
 

Cessione del credito e sconto in fattura, proroga delle comunicazioni

Nell’emendamento approvato c’è anche la proroga del termine, a disposizione di imprese e professionisti per le comunicazioni dell’opzione dello sconto in fattura e della cessione del credito.
 
I soggetti Ires e le partite Iva, che devono presentare la dichiarazione dei redditi entro il 30 novembre 2022, potranno trasmettere all'Agenzia delle Entrate la comunicazione per l'esercizio delle opzioni entro il 15 ottobre 2022.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione