Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Si conferma un successo la settima edizione di ISOLA URSA alla Fiera Klimahouse di Bolzano

Si conferma un successo la settima edizione di ISOLA URSA alla Fiera Klimahouse di Bolzano

Si conferma un successo la settima edizione di ISOLA URSA alla Fiera Klimahouse di Bolzano
Si conferma un successo la settima edizione di ISOLA URSA alla Fiera Klimahouse di Bolzano
Si conferma un successo la settima edizione di ISOLA URSA alla Fiera Klimahouse di Bolzano
27/05/2022 - Si è appena conclusa con successo la settima edizione di ISOLA URSA, percorso divulgativo incentrato sulla consapevolezza ambientale in ambito progettuale e costruttivo, svoltasi nel contesto della Fiera Klimahouse di Bolzano dal 18 al 21 maggio, che in questa sua versione primaverile ha registrato oltre 24mila visitatori e oltre 400 espositori.

Doppio spazio e doppio ciclo di attività per questa occasione, racchiuse sotto al titolo “Vivere, Conoscere, Crescere”, inteso come parallelismo tra i segmenti della vita dell’uomo e gli spazi in cui questa prende forma. Nell’Aula didattica ISOLA URSA, due appuntamenti giornalieri con la formazione: alla mattina incontri per studenti delle scuole superiori ad indirizzo tecnico, che hanno registrato il tutto esaurito dei posti disponibili, mentre al pomeriggio convegni per tecnici e professionisti, realizzati in collaborazione e con il Patrocinio dell’Agenzia CasaClima, CNI, CNAPPC e CNGeGL, oltre alla collaborazione degli Ordini Professionali di Bolzano. Possibilità inoltre di fruizione in streaming, che ha permesso il collegamento di centinaia di progettisti e studenti da tutto il Paese.

Ampia e di altissimo livello l’estrazione professionale del ventaglio di relatori, tra i quali il Premio Nobel Prof. Filippo Giorgi, il Policy Advisor di Italian Climate Network Jacopo Bencini, i ricercatori dell’EURAC Research Institute, oltre a rinnovarsi la collaborazione con il climatologo Luca Mercalli. Quest’ultimo, oltre a condividere con giovani e progettisti le sue evidenze scientifiche, ha lanciato il suo progetto Museale dedicato ai cambiamenti climatici che prenderà vita ad Oulx (Alta Val di Susa), unico in Italia nel suo ambito. «Parlare di sostenibilità non è mai abbastanza e tornare a farlo in presenza è oggi una necessità. Sono entusiasta del fatto che, grazie al progetto ISOLA URSA, sia possibile coinvolgere moltissimi studenti e professionisti, dandoci - come azienda - il piacere, l’onere e l'onore di essere parte integrante di un cambiamento fondamentale per il pianeta, che tutti noi dobbiamo intraprendere nel più rapido e miglior modo possibile» commenta Jochen Friedrichs, CEO di URSA Insulation S.A., di cui URSA Italia, azienda promotrice e sostenitrice del progetto, è parte integrante.

Ottimi anche i feedback provenienti dal secondo spazio, ossia la Galleria espositiva di ISOLA URSA, che ogni giorno ha ospitato un doppio turno di visite guidate e attività interattive legate all’esposizione di tre progetti di architettura sostenibile. Questi ultimi, curati da importanti Studi di progettazione, sono stati selezionati per i virtuosismi delle soluzioni tecnologiche in essi adottate: per il tema “Vivere”, il recupero dell’abitazione di Luca Mercalli nel contesto architettonico della borgata montana, come case history di riqualificazione del costruito residenziale; proseguendo con “Conoscere”, mediante lo Studentato di Rovigo, realizzato dallo Studio Alfaluda, rappresentativo dell’edilizia a secco in un’ottica di progettazione in economia circolare; finendo poi con “Crescere” grazie a Green Pea, il Centro commerciale sostenibile dedicato alla green retail di Oscar Farinetti, progettato dall’Arch. Cristiana Catino e da Carlo Grometto, rispettivamente degli Studio ACC Naturale Architettura e Negozio Blu Architetti Associati, rappresentativo di una sensibilità ambientale che non riguarda solo l’involucro dell’edificio, ma anche ciò che si sviluppa al suo interno. In questa edizione ricca di approfondimenti tecnici, la Galleria di ISOLA URSA ha inoltre dato spazio ad un ulteriore momento formativo per professionisti, a cura del Consiglio Nazionale dei Geometri e GL, che ha registrato una grandissima partecipazione, in presenza e in streaming. A chiudere il ciclo di attività di questa edizione, sabato 21 maggio si è tenuto presso ISOLA URSA il primo incontro pre-COP 27 di Italian Climate Network, in collaborazione con l’Associazione di Stampa Giovanile e con l’associazione Viração&Jangada, che ha portato in Fiera lo sguardo degli osservatori italiani alle Nazioni Unite.

«Sono estremamente soddisfatto dell’andamento di questa Fiera, grazie al lavoro del nostro team» commenta l’Ing. Antonio Tenace, Direttore Generale di URSA Italia, «questo risultato fotografa l’impegno che l’azienda profonde nella formazione e sensibilizzazione dei tecnici di oggi e del domani. È bello osservare l’immagine che URSA Italia si sta delineando rispetto a queste tematiche tanto urgenti quanto sensibili, quali il global warming, la riduzione delle emissioni di CO2 e la proiezione verso una progettazione in economia circolare».

L’azienda, leader nella produzione di isolanti termici e acustici per l’edilizia, da anni rafforza il proprio impegno per informare e sensibilizzare sulla consapevolezza ambientale in ambito progettuale e costruttivo. «Accanto alla formazione, questa fiera è stata per noi l’occasione giusta per presentare al mercato due nuovi prodotti: il primo, un’innovativa lana minerale a fibra orientata di media densità per applicazione nei sistemi ETICS; il secondo prodotto, sempre in lana minerale, per applicazione tramite insufflaggio nelle intercapedini murarie o nei sottotetti non praticabili. Due prodotti con focus specifico sulla riqualificazione energetica, attualmente vero driver di mercato, come confermato dalle formazioni tecniche e dalle presentazioni ascoltate dai relatori intervenuti all’ISOLA URSA» aggiunge il Direttore Tecnico e Marketing l’Ing. Pasquale D’Andria.

Nella giornata di sabato 21 maggio si è inoltre tenuta la premiazione dell’hackathon IMMAGIRAMA lanciato da URSA Italia alle scuole superiori di tutta Italia e intitolato “Vivere, Conoscere, Crescere. Se io fossi Greta Thunberg”. A vincere questo concorso green, la cui giuria era presieduta dal Climatologo Luca Mercalli: i ragazzi della 4BL del Liceo Regina Margherita di Torino, che hanno inquadrato la fonte delle maggiori problematiche ambientali nel sovrappopolamento del pianeta, proponendo una riduzione della curva di crescita demografica nei prossimi 15 anni, attraverso un intervento di natura culturale. Nella medesima giornata è stato inoltre lanciato il “Concorso per l’Economia Circolare”; un bando di ricerca e sviluppo rivolto agli studenti universitari, avente ad oggetto il possibile recupero in nuove filiere produttive dei materiali isolanti di origine plastica e di origine minerale impiegati nell’edilizia. Per lo studente autore dell’elaborato vincitore, URSA Italia mette in palio una Borsa di Studio per un Master di II Livello o equipollente, per rimettere in circolo la cultura e le conoscenze, in un’ottica di economia circolare. Per maggiori informazioni in merito alla partecipazione, consultare il sito www.isolaursa.it

URSA Italia su Edilportale.com
 
Le più lette