Network
Pubblica i tuoi prodotti
Superbonus e cessione del credito, una comunicazione per ogni opera

Superbonus e cessione del credito, una comunicazione per ogni opera

Agenzia delle Entrate: moduli distinti per ogni lavoro trainante e trainato

Vedi Aggiornamento del 17/08/2022
Foto: Katsiaryna Lenets©123RF.com
Foto: Katsiaryna Lenets©123RF.com
di Paola Mammarella
23/05/2022 - Chi realizza un intervento agevolato con il Superbonus, e intende optare per la cessione del credito, deve inviare all’Agenzia delle Entrate una comunicazione diversa per ogni opera. Lo ha spiegato l’Agenzia delle Entrate con la risposta 279/2022.
 

Cessione del credito, il caso

Un contribuente si è rivolto al Fisco perché sta per avviare un intervento, per cui intende avvalersi del Superbonus. L’intervento è composto da:
- un lavoro trainante (sostituzione con caldaia a condensazione);
- tre lavori trainati (installazione di pannelli fotovoltaici, di un sistema di accumulo e di una colonnina per la ricarica dei veicoli elettrici).
 
Il contribuente intende optare per la cessione del credito e ha quindi chiesto se è necessaria una comunicazione per ogni intervento o se la comunicazione deve riguardare l’intervento complessivo.
 
Il contribuente ha anche chiesto se è possibile scegliere la cessione del credito solo per il lavoro trainante e avvalersi della detrazione in dichiarazione dei redditi per i lavori trainati.
 

Superbonus e cessione del credito, le regole della detrazione

L’Agenzia ha spiegato che, in presenza di più lavori, si deve comunicare l’opzione della cessione del credito con moduli distinti per ogni intervento, indicando in ogni modulo il codice identificativo dello specifico intervento.
 
Non è invece necessario trasmettere alcuna comunicazione per i lavori per i quali si intende usufruire direttamente della detrazione nella dichiarazione dei redditi.
 
L’Agenzia ha ricordato inoltre che l’ammontare della detrazione viene definito tenendo conto delle spese complessivamente sostenute, comprensive dell'importo non corrisposto al fornitore per effetto dello sconto in fattura.
 
L’Agenzia ha aggiunto che il limite massimo di spesa ammesso alla detrazione è costituito dalla somma degli importi previsti per ciascuno degli interventi realizzati. I relativi costi devono essere contabilizzati distintamente, non essendo possibile fruire per le stesse spese di più agevolazioni.
 
Nel caso esaminato, quindi, se il contribuente volesse avvalersi della cessione del credito per tutti i lavori, dovrebbe inviare all’Agenzia 4 moduli, uno per ogni lavoro. Se, invece, il contribuente volesse usufruire della detrazione, non dovrebbe inviare alcuna comunicazione.
 
Dal momento che intende optare per la cessione solo per il lavoro trainante, deve inviare all’Agenzia solo una comunicazione con il codice identificativo del relativo lavoro.
 
Le più lette