Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Bonus idrico, domande di rimborso entro il 30 giugno

Bonus idrico, domande di rimborso entro il 30 giugno

Ancora un mese e mezzo di tempo per il contributo per la sostituzione di vasi sanitari, rubinetti, soffioni doccia con apparecchi a risparmio di acqua

Foto: rclassenlayouts © 123rf.com
di Rossella Calabrese
16/05/2022 - È stato fissato al 30 giugno 2022 il termine ultimo per chiedere il bonus idrico, il contributo fino a 1.000 euro per le spese di sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di rubinetti, soffioni doccia e colonne doccia con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua.
 
Lo fa sapere il Ministero della Transizione ecologica a chi, nel 2021, ha sostenuto queste spese. Fino al 30 giugno, quindi, collegandosi all’indirizzo https://www.bonusidricomite.it sarà possibile accedere al rimborso, fino a 1.000 euro per ciascun beneficiario, disciplinato dal DM 395/2021.
 

Ricordiamo che il bonus idrico è erogato una tantum, per un solo immobile, fino ad esaurimento delle risorse stanziate, pari a 20 milioni di euro per l’anno 2021.
 
Possono beneficiarne i maggiorenni residenti in Italia, proprietari o titolari di un altro diritto reale o di godimento, già registrati alla data di presentazione dell’istanza, su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari, che abbiano effettuato nel corso dell’anno 2021 interventi di sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di apparecchi di rubinetteria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua.
 
Il bonus idrico è alternativo e non cumulabile con altre agevolazioni relative alla fornitura, posa in opera e installazione degli stessi beni.
Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione