Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Professionisti, il Decreto Aiuti-bis porta a 600 milioni di euro il Fondo per il bonus una tantum
PROFESSIONE Professionisti, il Decreto Aiuti-bis porta a 600 milioni di euro il Fondo per il bonus una tantum
AZIENDE

Theatro, un nuovo modo di fare architettura

di SCHÜCO INTERNATIONAL ITALIA

30/06/2022 - Theatro apre le sue porte a gennaio 2017 come showroom di soluzioni per l’involucro  edilizio e spazio per incontri formativi, dall’iniziativa dei suoi fondatori: Schüco Italia e Thema. L’evoluzione da semplice spazio di incontro a vero e proprio network di aziende per la progettazione d’avanguardia avviene due anni dopo. La crescente esigenza di ripensare gli edifici come organismi complessi e interconnessi, da approcciare con una visione d’insieme e attraverso il dialogo costante con tutti gli attori coinvolti, è l’intuizione che porta Theatro a diventare una realtà indipendente, che mette in sinergia aziende di rilievo nel settore dell’architettura e del design guidate dall’obiettivo comune di promuovere la buona architettura e una progettazione ispirata al benessere abitativo.

Il payoff MEET, THINK, BUILD ne racchiude l’essenza: luogo di incontro tra le persone, spazio di pensiero, progettazione e sviluppo, opportunità di costruire insieme relazioni e progetti.

Nel suo primo triennio di attività Theatro ha riunito oltre 20 aziende provenienti da diversi settori e ha preso parte a 176 progetti. Questo, insieme all’organizzazione di circa 25 eventi culturali di rilievo, ha permesso ai partner di entrare in contatto con 2.780 architetti e progettisti. Il fatturato complessivo delle aziende partner maturato grazie al network è oltre 43 milioni di euro.

Roberto Brovazzo, direttore generale di Schüco International Italia e co-fondatore di Theatro, spiega: “Theatro è il frutto di una visione nata nel 2014 con l’obiettivo di creare uno spazio di lavoro dedicato ai progettisti per favorire una vera esperienza di progettazione integrata. È uno spazio in cui disporre dell’esposizione fruibile e razionale dei nostri sistemi a cui nel tempo si sono aggiunti tanti altri complementi per l’involucro edilizio, l’interior design e le tecnologie per l’edilizia. Avvalendosi della competenza e del supporto di specialisti, il professionista con Theatro definisce, sviluppa e realizza i suoi progetti in minor tempo, con costi ridotti, migliore qualità integrando tra loro le soluzioni di riferimento sul mercato”.

Cristian Tegas, amministratore delegato di Thema e co-fondatore di Theatro, continua: “Theatro rappresenta un modello nuovo di fare architettura. La nostra vision consiste nell’unire forze ed eccellenze, migliorare la qualità dei progetti, promuovere la buona architettura.

Lo facciamo attraverso il nostro network senza scopo di lucro impegnato su progetti dall’importante valenza sociale. In modo spontaneo e naturale questo modello virtuoso viene trasmesso alle aziende che fanno parte della nostra rete”.

Invito a Theatro e novità 2022: The Build gallery
Theatro mette a disposizione spazi di lavoro funzionali alla condivisione, uno showroom e un’area Backstage appositamente dedicata alla sperimentazione fisica delle soluzioni e alla realizzazione dei progetti.

Quest’anno lo spazio di Theatro a Verano Brianza si arricchisce di un nuovo percorso: The Build gallery, un luogo per sperimentare soluzioni capaci di integrare design, tecnologia e performance scoprendo i mock-up realizzati da Theatro e dai suoi partner. I mock-up sono soluzioni custom, che integrano prodotti di involucro e non solo, sviluppate attraverso calcoli, ricerche, confronti continui con architetti, ingegneri, aziende partner.

I prototipi di The Build gallery sono la testimonianza concreta delle sperimentazioni ideate per rispondere a esigenze specifiche e complesse, un esempio tangibile della continua attività di ricerca e sviluppo condotta da Theatro.

Racconta Cristian Tegas: “Con l’apertura della nuova area esterna si concretizza anche l’ultima parola del nostro payoff. I mock-up in scala 1:1 dei progetti su cui Theatro sta lavorando con le sue aziende partner sono ora raccolti in un percorso espositivo che fa vivere a progettista e committente un’esperienza dal sapore museale, in grado di evidenziare nel dettaglio le soluzioni sperimentate e le aziende che hanno collaborato”.

Come opera Theatro
Theatro è espressione di un nuovo modo di collaborare per favorire lo sviluppo di architetture di elevato standard qualitativo. È un hub composto da aziende leader nel proprio settore di riferimento, coordinate da una regia comune, che supporta l’architetto e il committente lungo tutto il processo costruttivo, dalla progettazione allo sviluppo di soluzioni personalizzate. Lo scopo primario è quello di promuovere la sostenibilità, il benessere, l’innovazione tecnologica per facilitare e rendere più efficiente il lavoro di tutte le parti coinvolte, indipendentemente dalla natura e dalla dimensione dell’edificio. Theatro opera a supporto di qualsiasi tipo di intervento, in ambito hospitality, residential, office&building, retail e community spaces, per nuove costruzioni e operazioni di retrofitting.

Spiega Roberto Brovazzo: “È per noi una grande soddisfazione vedere oggi, dopo 8 anni dal suo concepimento visionario, come Theatro sia diventato una realtà concreta e consolidata, utilizzata con continuità e gradimento. Senz’altro Theatro ha contribuito in questi anni allo sviluppo di realizzazioni in cui bellezza, sostenibilità e tecnologia si fondono per valorizzare la creatività, razionalizzando al contempo l’intero percorso architettonico”.

Alcuni dei progetti che vedono attualmente impegnata Theatro sono Centro TOG a Milano con Milan Ingegneria, Zucchetti Village a Lodi con Lombardini22, Langham Hotel Venice con Matteo Thun & Partners. A questi si aggiunge l’importante intervento di riqualificazione della Rinascente di Piazza Fiume a Roma di Franco Albini e Franca Helg: un progetto corale in cui ogni piano dell’edificio è curato da un diverso studio di architettura, Studio 2050+, Paolo Lucchetta, DWA Design Studio, Studio Wok, Fabbricanove.

Theatro non ha scopi di lucro, non vende prodotti o progetti, è un’entità neutrale e mediatrice attraverso cui i progettisti possono condividere con le aziende know-how, conoscenze e soluzioni integrate per rispondere alle sempre nuove evoluzioni tecnologiche, di performance e normative nel settore edilizio.

A questo si affianca un’ampia programmazione culturale dedicata ai temi centrali della progettazione, che negli anni ha visto la partecipazione di grandi nomi dell’architettura contemporanea. Il calendario di appuntamenti e incontri ha l’obiettivo di stimolare l’interesse e la riflessione sui temi dell’architettura, coinvolgendo una platea di professionisti del settore e importanti istituzioni come TedX, Ordine degli architetti, fondazioni, università, associazioni di categoria e onlus.

I partner e i cluster di Theatro
Oltre ai co-fondatori Schüco Italia e Thema il network è composto da aziende eterogenee per dimensioni e fatturato, da multinazionali che in Italia fatturano oltre 400 milioni di euro a PMI da 5 milioni l’anno.

Per rispondere in modo efficace alle necessità e alle aspettative dei progettisti, i partner operano all’interno di gruppi di lavoro specializzati a seconda della tipologia di soluzione proposta. I cluster tematici attualmente attivi sono dedicati all’involucro edilizio, agli impianti, al wellness/outdoor e all’interior design.


Le aziende che fanno parte del network sono Schüco Italia, Thema, AGC, ASSA ABLOY Entrance Systems, Duravit, Resstende, Schneider Electric, Culligan, Daikin, Daku, Florim, Griesser, iGuzzini, Kairos, Laboratorio Morseletto, Legnotech, Pellinindustrie, Pratic, Roda, Starpool, Technogym, Banco Desio, Pro Viaggi Architettura.

 
SCHÜCO INTERNATIONAL ITALIA su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione