Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Bonus mobili, quale classe energetica per gli elettrodomestici?

Bonus mobili, quale classe energetica per gli elettrodomestici?

L’Agenzia delle Entrate torna sulle caratteristiche dei componenti per ottenere la detrazione

Vedi Aggiornamento del 10/10/2023
Foto: Oskanova©123RF.com
Foto: Oskanova©123RF.com
di Paola Mammarella
Vedi Aggiornamento del 10/10/2023
20/09/2022 - Le modifiche normative sui bonus edilizi spingono i contribuenti a chiedere chiarimenti sulle condizioni necessarie per ottenere le detrazioni. L’Agenzia delle Entrate, rispondendo al quesito di un lettore alla posta di Fisco Oggi, ha spiegato quali condizioni bisogna rispettare per ottenere il bonus mobili.
 
Il contribuente ha chiesto a quale classe energetica devono appartenere gli elettrodomestici per ottenere il bonus mobili.
 
L’Agenzia ha risposto con una panoramica sulla normativa in vigore.
 

Bonus mobili, tetto di spesa decrescente

Il bonus mobili è stato prorogato fino al 31 dicembre 2024 dalla Legge di Bilancio per il 2022. Rispetto agli anni passati, il tetto di spesa su cui calcolare la detrazione non è unico, ma decresce col passare degli anni.

 
La detrazione del 50%, da ripartire in dieci quote annuali di pari importo, va infatti calcolata su un importo massimo di 10mila euro per l’anno 2022 e di 5mila euro per gli anni 2023 e 2024.
 

Bonus mobili, la classe energetica degli elettrodomestici

Gli elettrodomestici ammessi all’agevolazione devono appartenere a una classe energetica non inferiore alla “A” per i forni, alla “E” per le lavatrici, le lavasciugatrici e le lavastoviglie, alla “F” per i frigoriferi e i congelatori. Fino al 2021 era invece prevista l’appartenenza a una classe energetica non inferiore alla “A+” e alla “A” per i forni.
 
L’Agenzia ha infine ricordato che il bonus mobili spetta solo ai contribuenti che hanno effettuato interventi di recupero del patrimonio edilizio e che usufruiscono del bonus ristrutturazioni.
 
Per gli acquisti di mobili ed elettrodomestici effettuati nel 2022, la detrazione spetta a condizione che i lavori siano iniziati a partire dal 1° gennaio 2021.
Le più lette