Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Eliminazione barriere architettoniche, quale aliquota Iva?

Eliminazione barriere architettoniche, quale aliquota Iva?

Le condizioni da rispettare e le modalità di fatturazione per beneficiare dell’Iva ridotta al 4%

Vedi Aggiornamento del 31/08/2023
Foto: Katarzyna Bialasiewicz©123RF.com
Foto: Katarzyna Bialasiewicz©123RF.com
di Paola Mammarella
28/09/2022 - Quale aliquota Iva si applica agli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche? A questa domanda, proposta da un lettore alla posta di Fisco Oggi, ha risposto l’Agenzia delle Entrate.
 

Barriere architettoniche, ok all’Iva al 4%

Un contribuente ha chiesto se, per gli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche, è corretto, da parte dell’impresa che effettua i lavori, applicare l’aliquota Iva ridotta del 4% o se, invece, tali interventi andrebbero fatturati con l’aliquota Iva del 10%.
 
L’Agenzia ha risposto che, in base alla Tabella A, Parte II, punto 41-ter, del Dpr 633/1972, che disciplina l’imposta sul valore aggiunto (Iva), per le “prestazioni di servizi dipendenti da contratto di appalto aventi ad oggetto la realizzazione delle opere direttamente finalizzate al superamento o alla eliminazione delle barriere architettoniche” si applica l’aliquota Iva del 4%.

 
L’Agenzia ha aggiunto che, indipendentemente dalla connotazione o dalle condizioni sanitarie di chi commissiona i lavori, beneficiano dell’aliquota Iva agevolata le opere realizzate in base a un contratto di appalto e aventi le caratteristiche tecniche previste dal DM 236/1989 e dal DPR 503/1996, cioè dalle norme di riferimento in materia di eliminazione delle bariere architettoniche.
 

Barriere architettoniche, istruzioni pratiche per le fatture

L’Agenzia ha aggiunto che, nel caso in cui sia stato stipulato un unico contratto che preveda sia interventi di abbattimento delle barriere architettoniche sia altri interventi, per il riconoscimento dell’aliquota agevolata è necessario che i corrispettivi relativi alle opere per la rimozione delle barriere architettoniche siano indicati nel contratto, o almeno in fattura, in modo distinto.
 
Se manca tale distinzione, tutto il corrispettivo deve essere assoggettato all’aliquota Iva più elevata prevista per le singole prestazioni.
Le più lette