Network
Pubblica i tuoi prodotti
Rigenerazione urbana nei Comuni con meno di 15mila abitanti, ecco i beneficiari

Rigenerazione urbana nei Comuni con meno di 15mila abitanti, ecco i beneficiari

Finanziati 201 progetti con circa 300 milioni di euro. Lavori entro giugno 2024

Vedi Aggiornamento del 06/02/2023
Michal Ludwiczak  ©123Rf.com
Michal Ludwiczak ©123Rf.com
di Paola Mammarella
25/10/2022 - Via ai progetti di rigenerazione urbana nei piccoli Comuni. È stato pubblicato il Decreto 19 ottobre 2022, con cui il Ministero dell’Interno ha individuato i beneficiari dei 300 milioni di euro.
 
In totale sono 201 i progetti finanziati. I Comuni beneficiari devono ora bandire le gare. In base all’importo dei lavori, il decreto fissa infatti delle scadenze entro le quali, pena revoca delle risorse, devono essere affidati i lavori.
 

Rigenerazione urbana nei Comuni sotto i 15mila abitanti

Prima di entrare nel merito, bisogna ricordare che la Legge di Bilancio per il 2022 ha stanziato 300 milioni di euro per progetti di rigenerazione urbana, riduzione della marginalizzazione e del degrado sociale e miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale, da realizzare nei Comuni con popolazione inferiore a 15mila abitanti e in quelli che non sono riusciti a ottenere le risorse stanziate nell’analoga iniziativa a favore dei Comuni con popolazione superiore a 15mila abitanti.
 
I beneficiari delle risorse sono infatti:

- i Comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti che, in forma associata, presentino una popolazione superiore a 15.000 abitanti, nel limite massimo di 5.000.000 di euro. La domanda dovrà essere presentata dal comune capofila;
 
- i Comuni non beneficiari delle risorse attribuite con il DM 30 dicembre 2021, nel limite massimo della differenza tra gli importi previsti dall’articolo 2, comma 2, del DPCM del 21 gennaio 2021 e le risorse attribuite dal DM 30 dicembre 2021, e cioè:
a) 5.000.000 di euro per i comuni con popolazione da 15.000 a 49.999 abitanti;
b) 10.000.000 di euro per i comuni con popolazione da 50.000 a 100.000 abitanti;
c) 20.000.000 di euro per i comuni con popolazione superiore o uguale a 100.001 abitanti e per i comuni capoluogo di provincia o sede di città metropolitana. 
 

La Legge di Bilancio per il 2022 ha definito i progetti finanziabili:

- manutenzione per il riuso e rifunzionalizzazione di aree pubbliche e di strutture edilizie esistenti pubbliche per finalità di interesse pubblico, anche comprese la demolizione di opere abusive realizzate da privati in assenza o totale difformità dal permesso di costruire e la sistemazione delle pertinenti aree;

- miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale, anche mediante interventi di ristrutturazione edilizia di immobili pubblici, con particolare riferimento allo sviluppo dei servizi sociali e culturali, educativi e didattici, ovvero alla promozione delle attività culturali e sportive;

- mobilità sostenibile.
 
Il termine per la presentazione delle candidature è scaduto il 30 aprile 2022.
 

Rigenerazione urbana, 201 progetti finanziati

In totale sono state presentate richieste per 5.616.696.186,17 euro, contenute nell’Allegato 1.
 
Sulla base delle risorse disponibili, sono risultati finanziabili 201 progetti, per un importo pari a 296.285.347,88 euro per il 2022.
 
A partire dalla data di emanazione del decreto (19 ottobre 2022), decorrono i termini entro cui i Comuni beneficiari devono affidare i lavori:
- 15 mesi per le opere il cui costo è inferiore a 2,5 milioni di euro (19 gennaio 2024);
- 20 mesi per le opere il cui costo è superiore a 2,5 milioni di euro (19 giugno 2024).
 
Le più lette