Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
‘Re-imparare’ la professione per migliore la qualità dell’abitare, a Edilportale Tour 2022

‘Re-imparare’ la professione per migliore la qualità dell’abitare, a Edilportale Tour 2022

Nella tappa di Torino una riflessione sullo stato di salute del settore delle costruzioni

Aggiornato al 29/11/2022 Vedi Aggiornamento del 07/12/2022
‘Re-imparare’ la professione per migliore la qualità dell’abitare, a Edilportale Tour 2022
25/11/2022 - La nona tappa di Edilportale Tour 2022 è stata ospitata al Mau, il Museo dell’Automobile di Torino. Tra gli spazi espositivi che raccontano la storia - e il successo - della mobilità, si è fatto il punto sul settore delle costruzioni, alla luce delle emergenze in atto a livello planetario.
 
Sollecitati dagli indirizzi della Renovation Wave, la strategia europea per decarbonizzare l’edilizia entro il 2030 ristrutturando 35 milioni di edifici, i relatori hanno richiamato l’attenzione dei progettisti sulla necessità di ‘re-imparare’ la professione per migliore la qualità dell’abitare.
 
Una qualità trasversale al patrimonio immobiliare italiano: dal nuovo al cosiddetto “usato”. E sappiamo quanto quest’ultimo rappresenti uno degli anelli deboli della transizione energetica. Quasi il 70% di queste unità immobiliari ha infatti superato i 40 anni di età.
 
“La transizione energetica non è facile ma dobbiamo abbassare drasticamente i consumi nel mondo dell’edilizia” ha affermato Norbert Lantschner, esperto internazionale di tematiche ambientali, ideatore di CasaClima, fondatore e presidente Fondazione ClimAbita e ambasciatore Carta della Terra all’Onu.
 
La transizione, poi, è anche materica all’interno dei concetti dell’economia circolare. “Il cemento non è più sostenibile - ha aggiunto Lantschner -. Ora l’emergenza climatica ed energetica ci impone di progettare in modo differente: non possiamo più aspettare, è finito il tempo dei rinvii e degli alibi. La nostra civiltà vive sull’orlo del baratro ma sembra non accorgersene”.
 
La strada obbligata è quella di riqualificare tutto il patrimonio immobiliare del dopoguerra. Tre le parole chiave per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità:
1. Risparmiare energia
2. Efficientare le strutture
3. Decarbonizzare il settore
 
“Perché gli edifici in Italia sono i primi consumatori di energia. Raggiungono quasi il 45% dei consumi”.
 
Federico Della Puppa, responsabile Area analisi e strategie della società Smart Land, attento ai temi dello sviluppo sostenibile, ha invece fotografato nel suo intervento lo stato di salute del settore delle costruzioni: “un sistema che sta poggiando le sue basi oggi sulla ripresa economica post pandemia, sull’effetto del Superbonus, sulla cessione del credito e dello sconto in fattura, sul Pnrr, sui depositi bancari delle famiglie in forte crescita, sulla ripresa del mercato immobiliare e sulla grande ondata di recupero”.
 
Dunque, un periodo storico particolarmente felice per l’edilizia che, nelle previsioni (almeno per il 2023) dovrà tenere presenti anche alcune criticità:
 
- la speculazione internazionale
- il rincaro dei materiali
- le norme contradditorie del Governo
- l’inflazione
- lo scenario di guerra
- i costi dell’energia
 
“E all’interno di questo scenario - ha concluso Della Puppa - la Renovation Wave rappresenta una grande opportunità. Ma vorrei essere chiaro fino in fondo. La Renovation Wave non è solo la strategia europea: è soprattutto la Nostra Strategia”.
 
Prossima tappa di Edilportale Tour 2022: Genova il 25 novembre.
 
Edilportale Tour è un’iniziativa di Edilportale in collaborazione con Kone, Bifire e RBM More.

Con la partecipazione di: Samsung Climate Solutions, Concrete, Isolmant, Soprema, Ruegg, Tecno K Giunti, Tecnova, Luxury Windows Italia, Mazzonetto.
 

ISCRIVITI ALLA TUA TAPPA


Partner: Agorà
Sito ufficiale: http://tour.edilportale.com/
 
Le più lette