Network
Pubblica i tuoi prodotti
Appalti PNRR, Anac: tutte le centrali di committenza possono aggiudicarli

Appalti PNRR, Anac: tutte le centrali di committenza possono aggiudicarli

Anche se non hanno personalità giuridica, grazie alle deroghe della normativa PNRR e in attesa del nuovo Codice Appalti

Vedi Aggiornamento del 28/04/2023
Dmitry Kalinovsky © 123rf.com
Dmitry Kalinovsky © 123rf.com
di Rossella Calabrese
20/12/2022 - Per aggiudicare un appalto pubblico un comune può avvalersi di una centrale di committenza costituita nella forma di associazione, unione, consorzio o anche di convenzione tra enti locali senza che questa sia dotata di personalità giuridica.
 
Lo ha stabilito l’Anac in una nota 13 dicembre 2022 del presidente Giuseppe Busia, in seguito alla richiesta di parere del comune di Cernusco sul Naviglio.
 
Nel caso in esame, il comune lombardo aveva chiesto all’Autorità di sapere se fosse corretto avvalersi della centrale unica di committenza appositamente costituita dal Comune di Cernusco sul Naviglio - Comune di Bussero prescindendo dall’acquisizione della personalità giuridica per procedere all’indizione di gare riguardanti i finanziamenti PNRR.
 

Codice Appalti, TUEL e Decreto PNRR

Anac, dunque, autorizza la stessa Centrale Unica a procedere come centrale di committenza grazie al combinato disposto di tre norme: codice dei contratti pubblici, testo unico degli enti locali e decreto PNRR.
 
Quest’ultimo, con una modifica al cosiddetto decreto “sblocca cantieri”, ha determinato un regime speciale nella gestione delle procedure di affidamento per gli appalti che utilizzano le risorse Pnrr, Pnc o derivanti da altri Fondi Ue.
 
Tale regime speciale implica per i comuni non capoluogo di provincia, il ricorso obbligatorio a centrali di committenza o soggetti aggregatori qualificati. In attesa che entri in vigore, con il nuovo codice appalti, la qualificazione delle stazioni appaltanti
 
Le più lette