Network
Pubblica i tuoi prodotti
Studiomorra: Archicad come crescita di uno studio di piccole o medie dimensioni

Studiomorra: Archicad come crescita di uno studio di piccole o medie dimensioni

09/02/2023 - Fondato da Renato Morra, Ingegnere professionista di consolidata esperienza nel campo della progettazione, lo STUDIOMORRA lavora principalmente per committenze di tipo pubblico e da quando si è reso conto che il settore doveva rispondere a nuove esigenze di qualità, ha scelto come partner d’eccellenza per il suo lavoro il software di authoring Archicad.

Abbiamo deciso di utilizzare Archicad nei nostri processi lavorativi quando ancora la modellazione 3D era una frontiera da superare e da cui ricevere stimoli per affrontare organizzazione e gestione dei file in modo innovativo. Altresì questo ha dato la possibilità di presentare le proprie idee ai clienti e agli amministratori pubblici in maniera più comprensibile e comunicativa”.
 
Accanto allo sviluppo di progetti di tipo edilizio soprattutto nell'ambito del riuso, Archicad ci è stato accanto in molte occasioni di rigenerazione urbana, nella partecipazione a bandi pubblici come, più recentemente in ambito PNRR.

Ultimamente stiamo anche sperimentando modalità di gestione dei file che incrociano documenti che generiamo in ambito GIS, unitamente ad altri modelli 3D a carattere più tradizionale, se questo termine ha ancora un senso. Un esempio è dato dal campo della progettazione delle ciclovie ove la progettazione di dettaglio si deve armonizzare con elaborati a matrice di ambito territoriale e di scala più ampia.

Il nostro approccio risulta innovativo perché punta a riunire in un unico luogo informatico la grande mole di informazioni raccolta, tanto in termini di grafica quanto in termini di database collegati all'interfaccia grafica. Per noi questo approccio è in via di sperimentazione, ma siamo molto soddisfatti dei risultati che stiamo ottenendo, del risparmio di tempo e della possibilità di ridurre gli errori.
 
Negli ultimi anni STUDIOMORRA ha deciso di affacciarsi anche al mondo del BIM comprendendone le potenzialità e i reali vantaggi che porta alla progettazione. “Grazie a Graphisoft e alla società Weisoft, rivenditore del software, che sono al nostro fianco con corsi di formazione e spunti di approfondimento, stiamo studiando come affrontare diverse tipologie di progetti con un processo integrato in BIM. Per noi la modellazione tridimensionale con Archicad è da sempre l’unica possibile per lo sviluppi di un progetto e questo ci permette di essere avvantaggiati nell’applicazione del BIM. Il software Archicad ci offre la possibilità di gestire i layout con template che sono stati sviluppati per il nostro studio. Stiamo anche cercando di utilizzare la gestione delle modifiche come metodo standard di lavoro”.

Tra le funzionalità di Archicad che ultimamente vengono utilizzate da STUDIOMORRA vale la pena citare l'importazione del rilievo tramite nuvola di punti generata da laser scanner, la sua lettura e conseguente modellazione: “Possiamo ricordare un caso eclatante, di pochi anni fa, dove le condizioni di pericolosità di un immobile altamente degradato erano tali da non consentire l'ingresso di operatori nella fase di rilievo, dove fummo praticamente obbligati a utilizzare un laser scanner”.
 
Uno dei progetti più impegnativi che STUDIOMORRA sta affrontando, esemplificativo dell’approccio progettuale, è la riqualificazione della Scuola del Comune di Baldichieri d’Asti che rientra nei bandi promossi dal PNNR.

“Si tratta di un progetto particolarmente interessante, che coinvolge un edificio degli anni Settanta caratterizzato totalmente dalle numerosissime criticità presenti nei metodi costruttivi del tempo, oggi in conflitto non solo con il sistema delle norme di carattere strutturale e sismico, ma anche impiantistico, di contenimento energetico e funzionale dal punto di vista dell'organizzazione degli spazi e delle relazioni interne alla scuola.  Il progetto affronta sia la riqualificazione dell'esistente, che la demolizione e la ricostruzione di una parte, così come genera un ampliamento per rispondere alla dinamica di crescita locale”.
 
Così è emersa l’opportunità di sfruttare la copertura per la localizzazione di buona parte degli impianti, per l'inserimento di pannelli fotovoltaici, per la riqualificazione energetica complessiva, per la generazione di spazi aggiuntivi annessi alle singole aule.

Le problematiche trattate in questa occasione sono quelle di tantissimi edifici scolastici costruiti in Italia in quel periodo. “Possiamo immaginare” - aggiunge l’Ing. Renato Morra - “che alcune di queste soluzioni possano avere un valore aggiunto dato dalla loro replicabilità in altre situazioni. Il progetto è in una fase di sviluppo al definitivo e la sua prosecuzione avverrà coordinando il gruppo di progettisti, impiantisti (SAPI) e strutturisti (Studio Ing.Alessandro Noto), tramite condivisione di file IFC che per noi sono la nuova frontiera”.
 
Negli ultimi anni l’utilizzo di Achicad, già di per sé stesso un software BIM, ha portato STUDIOMORRA ad impostare una nuova operatività lavorando sulla modellazione informativa e cercando di collaborare con le diverse realtà coinvolte nelle commesse per ottimizzare tutti i processi e ridurre i costi e i tempi di esecuzione.

Impostare una progettazione in BIM deve configurarsi come un progressivo passaggio per chi utilizza da anni un software come Archicad e per essere competitivi e professionali sul mercato. Siamo portati a pensare che questa metodologia debba trovare una necessaria e immediata applicazione soprattutto nei grandi progetti, e in studi di progettazione fortemente strutturati. Occorre però che anche studi di media e piccola dimensione si confrontino su questo passaggio, che diventerà standard entro tempi molto brevi".

GRAPHISOFT Italia su Edilportale.com
Le più lette