Network
Pubblica i tuoi prodotti
Nuove scuole altamente sostenibili, pubblicata la gara da 800 milioni di euro

Nuove scuole altamente sostenibili, pubblicata la gara da 800 milioni di euro

Da MIM e Invitalia il bando per la realizzazione di 136 istituti con fondi PNRR. Offerte entro il 21 giugno 2023

Nuove scuole, rendering progetto scuola “N. Pisano” a Marina di Pisa - Ph. comune.pisa.it
di Rossella Calabrese
23/05/2023 - Accelerare la costruzione di nuove scuole da sostituire a vecchi edifici preesistenti, come previsto dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). È l’obiettivo della procedura di gara, con risorse per quasi 800 milioni di euro, pubblicata oggi da Invitalia.
 
La gara per l’aggiudicazione di Accordi Quadro, bandita su indicazione del Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM), è articolata in 20 lotti geografici e permetterà di costruire in tempi più rapidi 136 nuove scuole di proprietà di vari Enti, tra i quali Comuni, Città Metropolitane e Province, su tutto il territorio nazionale.
 
“Grazie all’intervento del MIM, d’intesa con ACI e UPI - ha dichiarato il Ministro Giuseppe Valditara -, l’affidamento e la successiva esecuzione dei lavori potranno seguire una procedura particolarmente rapida, studiata appositamente per l’edilizia scolastica, in modo da rispettare gli stringenti tempi del PNRR e garantire al tempo stesso la qualità e la sostenibilità dei risultati”.
 
La procedura - lo ricordiamo - è quella introdotta con il Decreto PNRR 3 convertito nella Legge 41/2023, che dà priorità all’appalto integrato per la costruzione delle nuove scuole selezionate con concorso di progettazione

Le nuove scuole risultanti dal concorso sono in realtà 212, da realizzarsi con 1.189 milioni di euro. Tutti gli Enti locali responsabili delle nuove scuole sono stati invitati ad aderire alla procedura per Accordi Quadro gestita da Invitalia ma solo una parte di essi (per complessivi 136 istituti) ha deciso di avvalersene. 
 


Nuove scuole altamente sostenibili, pubblicata la gara da 800 milioni di euro

Questa procedura - spiega il MIM - permetterà di affidare l’esecuzione dei lavori per la progressiva sostituzione di parte del patrimonio edilizio scolastico, per creare scuole innovative dal punto di vista architettonico, strutturale e impiantistico, altamente sostenibili e con il massimo grado di efficienza energetica.
 
Gli interventi per le nuove scuole includono la realizzazione, attraverso la ricostruzione in situ o delocalizzazione, di strutture sicure, moderne, inclusive e sostenibili che possano favorire la riduzione di consumi e di emissioni inquinanti, l’aumento della sicurezza sismica degli edifici e lo sviluppo delle aree verdi.
 
Per presentare le offerte c’è tempo fino al 21 giugno 2023.

L’obiettivo - conclude il Ministero - è raggiungere un consumo di energia primaria inferiore di almeno il 20% rispetto al requisito posseduto dagli edifici a energia quasi zero (NZEB - Nearly Zero Energy Building) entro il 30 giugno 2026.
 

Il bando è disponibile su https://ingate.invitalia.it

  
Le più lette
Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione