Network
Pubblica i tuoi prodotti
Residenze universitarie, il Ministero cerca immobili

Residenze universitarie, il Ministero cerca immobili

Pubblicato l’avviso per censire edifici da destinare a studentati con 52.500 posti letto. Proposte entro l’11 luglio

Aggiornato al 16/05/2023 Vedi Aggiornamento del 28/02/2024
Residenze universitarie, il Ministero cerca immobili - Ph. Rob Huntley 123rf.com
Residenze universitarie, il Ministero cerca immobili - Ph. Rob Huntley 123rf.com
di Rossella Calabrese
15/05/2023 - Il Ministero dell’Università e della Ricerca è a caccia di immobili da destinare ad alloggi o residenze per gli studenti universitari.
 
È stato infatti pubblicato un avviso per l’acquisizione di manifestazioni di interesse finalizzate alla mappatura e messa a disposizione di edifici liberi che possano concorrere alla creazione dei 52.500 posti letto per attuare la Riforma 1.7 della Missione 4, Componente 1 del PNRR.
 
Potranno presentare domanda, entro il giorno 11 luglio 2023, sia soggetti pubblici che privati.
 
Si tratta - spiega il testo dell’Avviso - di una indagine esplorativa utile all’individuazione di immobili, anche di proprietà dello Stato e/o di altri enti pubblici, suscettibili di essere inseriti in operazioni di valorizzazione al fine di essere destinati ad alloggi o strutture universitarie e alla pianificazione del successivo iter procedimentale.
 
 

Residenze universitarie, il Ministero cerca immobili

Per essere destinati a studentati, gli immobili devono:
- consistere in un fabbricato cielo-terra o porzione di fabbricato o unità immobiliare, con destinazione urbanistica coerente con le finalità dell’intervento o con possibilità di cambio di destinazione d’uso in tempi brevi;
- essere situati all’interno o in prossimità del territorio di comuni che ospitano sedi universitarie;
- permettere la realizzazione di alloggi o residenze universitarie per studenti con almeno 20 posti letto.
 
Una apposita commissione istituita dal MUR valuterà l’idoneità delle strutture e stilerà un Elenco che sarà tenuto in considerazione nelle successive fasi di attuazione della Riforma 1.7 e dell’articolo 25 del DL 144/2022 convertito nella Legge 175/2022.
 
Il prossimo step, infatti, sarà quello dei bandi rivolti alle imprese che potranno presentare proposte di intervento per rendere fruibili i posti letto presso gli immobili individuati e completare il piano al quali sono destinati 660 milioni di euro.
 

Vai all’Avviso di manifestazione di interesse

 
Le più lette