Network
Pubblica i tuoi prodotti
Superbonus, Enea: il costo per lo Stato raggiunge quota 84,7 miliardi di euro

Superbonus, Enea: il costo per lo Stato raggiunge quota 84,7 miliardi di euro

A fine maggio è stato completato l’80,8% dei lavori, contro l’80,3% di fine aprile e il 79,8% di fine marzo 2023

Vedi Aggiornamento del 16/05/2024
Superbonus, Enea: 84,7 miliardi di euro di costo per lo Stato - Ph. usu79 123rf.com
Superbonus, Enea: 84,7 miliardi di euro di costo per lo Stato - Ph. usu79 123rf.com
di Rossella Calabrese
Vedi Aggiornamento del 16/05/2024
12/06/2023 - Raggiunge i 77 miliardi di euro l’importo degli investimenti ammessi a detrazione con il superbonus 110% per lavori di riqualificazione energetica; di conseguenza, l’onere a carico dello Stato arriva a quota 84,7 miliardi di euro.
 
Sono gli ultimi dati, aggiornati al 31 maggio 2023, diffusi da Enea, relativi all’utilizzo del superbonus 110% per i lavori su condomini, edifici unifamiliari, unità immobiliari indipendenti e castelli.
 
Nel mese di maggio gli investimenti ammessi a detrazione sono aumentati di 2,4 miliardi di euro rispetto ai 74,6 miliardi di euro registrati alla fine del mese precedente; ad aprile 2023 l’aumento rispetto a marzo era stato di 1,9 miliardi di euro; a marzo 2023 l’aumento rispetto a febbraio era stato di 4,2 miliardi di euro; a febbraio di 3,3 miliardi di euro rispetto a gennaio; a gennaio di 3 miliardi di euro rispetto al mese precedente; a dicembre gli investimenti erano cresciuti di 4 miliardi di euro rispetto a novembre.
 
I condomìni interessati da lavori agevolati sono passati dai 59.000 di fine marzo ai 61.000 di fine aprile ai 64.000 di fine maggio; per le unifamiliari il dato degli ultimi tre mesi va dai 231.000 di fine marzo a ‘soli’ 232.000 di fine aprile a 233.700 di fine maggio; per le unità funzionalmente indipendenti si passa, negli ultimi tre mesi, da 113.140 a 113.650 a 114.100.

A fine maggio è stato completato l’80,8% dei lavori, contro l’80,3% di fine aprile e il 79,8% di fine marzo 2023. La percentuale di completamento dell'80,8% è un dato medio: gli edifici unifamiliari sono più avanti, intorno al 90% dei lavori completati mentre i condomìni sono al 72,5%.
 


Enea: il superbonus costa allo Stato 84,7 miliardi di euro

A maggio si conferma, quindi, il trend registrato in aprile, mese nel quale c’era stata una frenata soprattutto per le unifamiliari, per effetto delle restrizioni introdotte delle recenti norme, prime tra tutte la limitazione alla sola detrazione Irpef quale forma di fruizione e il tetto di reddito, in vigore per chi intenda fruire del superbonus dopo il 16 febbraio 2023.
 
L’andamento si riflette sull’onere a carico dello Stato che raggiunge gli 84,7 miliardi di euro. Erano 82 miliardi di euro un mese fa, circa 80 miliardi di euro a fine marzo, 75,3 miliardi di euro a fine febbraio, circa 71,7 miliardi di euro a fine gennaio e 68,7 miliardi di euro a fine dicembre 2022.
 
Su questo tema segnaliamo un recente studio del Consiglio e della Fondazione nazionale dei commercialisti dal quale emerge che invita a considerare non solo il costo del superbonus 110%per lo Stato ma anche il beneficio in termini di PIL. Lo studio calcola, infatti, che, a fronte di un costo netto per lo Stato di 60 miliardi di euro, si registra un incremento del PIL di 91 miliardi di euro, con un “impatto sulle finanze pubbliche addirittura positivo”.
 
Le più lette