Network
Pubblica i tuoi prodotti
Riqualificazione dei piccoli comuni, bando da 132 milioni di euro

Riqualificazione dei piccoli comuni, bando da 132 milioni di euro

Avviso rivolto a 5.518 piccoli centri per progetti di tutela dell’ambiente, mitigazione del rischio idrogeologico, sviluppo economico e sociale

Aggiornato al 17/07/2023 Vedi Aggiornamento del 26/10/2023
Riqualificazione dei piccoli comuni, bando da 132 milioni di euro - Ph. governo.it
Riqualificazione dei piccoli comuni, bando da 132 milioni di euro - Ph. governo.it
di Rossella Calabrese
14/07/2023 - Arriva in Gazzetta Ufficiale il bando per la riqualificazione dei piccoli Comuni.
 
Oggi il Ministro per la Protezione civile e le Politiche del mare, Nello Musumeci, ha illustrato in conferenza stampa il bando da 132 milioni di euro, predisposto dal Dipartimento Casa Italia, per la presentazione dei progetti di investimento pubblico da inserire nel “Piano nazionale per la riqualificazione dei piccoli comuni”.
 
Le risorse messe a disposizione sono pari complessivamente a circa 132 milioni di euro per il periodo 2017-2022.
 
Il Bando è rivolto agli oltre 5.500 Comuni individuati dal Dpcm 23 luglio 2021 che, singolarmente o per il tramite delle Unioni di comuni a cui appartengono, o tramite convenzione, possono presentare un progetto nel limite massimo finanziabile di 700 mila euro. Per i progetti presentati in forma associata, l’importo di 700 mila euro è moltiplicato per il numero di Comuni facenti parte della convenzione o per i quali l’Unione presenta il progetto.
 
Gli ambiti prioritari di intervento del bando spaziano dalla tutela dell’ambiente alla mitigazione del rischio idrogeologico alla promozione dello sviluppo economico e sociale.

Da domani 15 luglio 2023 e fino al 9 agosto i piccoli Comuni che intendono presentare la domanda di inserimento nel Piano, devono comunicare un indirizzo PEC compilando il questionario al link https://bandopiccolicomuni.governo.it.
 

Completata la prima fase, il Dipartimento Casa Italia comunicherà ai Comuni e alle Unioni di comuni ammessi l’avvio della fase successiva per l’inserimento della domanda (dall’11 settembre al 3 ottobre 2023). 

“Finalmente, dopo un lungo iter procedurale, vede oggi la luce il bando per le misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli Comuni sotto i cinquemila abitanti, in applicazione della cosiddetta “legge Realacci” del 2017. C’è voluto tanto tempo e le risorse a disposizione sono poche - circa 132 milioni di euro per i 5518 enti locali destinatari dei fondi - e dovranno diventare stabili, ma come ANCI salutiamo con soddisfazione questo passaggio”. Lo ha dichiarato il presidente dell’Anci e sindaco di Bari Antonio Decaro.
 

Riqualificazione dei piccoli comuni

Il Bando attua la Legge 158/2017 (Legge Realacci) per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni e il recupero dei centri storici attraverso il Fondo per lo sviluppo strutturale, economico e sociale dei piccoli Comuni.
 
Per l’utilizzo del Fondo è prevista la predisposizione di un “Piano nazionale per la riqualificazione dei piccoli Comuni” disciplinato dal Dpcm 16 maggio 2022.
 
Il Dipartimento Casa Italia è stato chiamato a predisporre un bando che fissi i termini di presentazione della domanda di inserimento dei progetti di investimento pubblico nel Piano e i criteri per la selezione.
 
Le più lette