Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Incentivi alle rinnovabili innovative, arriva il Decreto FER 2

Incentivi alle rinnovabili innovative, arriva il Decreto FER 2

A breve le gare per sostenere l’installazione di impianti alimentati da biogas e biomasse, solari termodinamici, geotermoelettrici, eolici off-shore, fotovoltaici floating

Vedi Aggiornamento del 13/02/2024
Incentivi alle rinnovabili innovative, Decreto FER 2 - Foto: pongvit 123rf.com
Incentivi alle rinnovabili innovative, Decreto FER 2 - Foto: pongvit 123rf.com
di Rossella Calabrese
08/02/2024 - Sembrerebbe essere in dirittura d’arrivo l’atteso Decreto FER 2, il provvedimento finalizzato ad incentivare la produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili innovativi o con costi di generazione elevati.
 
Circola infatti una bozza datata fine gennaio 2024 del Decreto FER 2, che definisce incentivi che ne stimolino la competitività e consentano loro di contribuire al raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione al 2030.
 
Gli impianti incentivati dal Decreto FER 2 sono quelli alimentati da biogas e biomasse, solari termodinamici, geotermoelettrici, eolici off-shore, fotovoltaici floating sia off-shore che su acque interne e gli impianti alimentati da energia mareomotrice, del moto ondoso e altre forme di energia marina, che presentino caratteristiche di innovazione e ridotto impatto sull’ambiente e sul territorio.
 
Il Decreto FER 2 prevede una scadenza: cesserà di applicarsi il 31 dicembre 2028.
 


Incentivi alle rinnovabili innovative, il Decreto FER 2

Gli incentivi saranno assegnati agli impianti a fonti rinnovabili che rispettano determinati requisiti dimensionali (per gli impianti a biogas, biomasse e solari termodinamici sono fissati tetti massimi in kW) e costruttivi (impianti eolici off-shore floating e su fondazioni fisse e impianti fotovoltaici floating off-shore e su acque interne).
 
Gli incentivi del Decreto FER 2 saranno assegnati sulla base di procedure competitive telematiche, cioè di gare, che verranno bandite periodicamente nel quinquennio 2024-2028 dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE) mettendo a disposizione contingenti di potenza individuati dal Decreto. Le gare avranno tariffe di riferimento poste a base d’asta indicate nel Decreto.
 
Il Decreto definisce la procedura di partecipazione che sarà seguita dal GSE e prevede una procedura di valutazione accelerata per i progetti degli impianti di potenza superiore a 10 MW.
 
Una volta ottenuti gli incentivi, i proponenti dovranno mettere in esercizio gli impianti entro tempi massimi indicati dal Decreto FER 2. A decorrere dalla data di entrata in esercizio, il GSE erogherà - per un periodo pari alla vita utile convenzionale degli impianti - gli incentivi secondo differenti modalità: ritiro e vendita dell’energia elettrica con corresponsione di una tariffa omnicomprensiva oppure tariffa premio o recupero della differenza nei casi in cui il produttore provveda autonomamente alla vendita dell’energia.
 
Le più lette