Network
Pubblica i tuoi prodotti
Destinazione d’uso delle parti comuni, le regole per modificarla
di NPC - Avvocati e Consulenti

Destinazione d’uso delle parti comuni, le regole per modificarla

Quali sono i limiti e la normativa per cambiare la funzione degli spazi comuni del condominio

Vedi Aggiornamento del 29/05/2024
Destinazione d’uso delle parti comuni, come modificarla - Foto: diamondforce 123rf.com
Destinazione d’uso delle parti comuni, come modificarla - Foto: diamondforce 123rf.com
di NPC - Avvocati e Consulenti
Vedi Aggiornamento del 29/05/2024
edilportale+ Contenuto riservato agli abbonati
24/04/2024 - La normativa in materia di mutamento della destinazione d’uso delle parti comuni si divide in pre e post riforma del Condominio del 2012, per trovare il proprio apice nel corpo dell’articolo 1117 ter del Codice Civile ma, prima di arrivare a questo, è necessario fare un passo indietro nel tempo al fine di comprendere l’evoluzione legislativa in tema.
 
Antecedentemente alla riforma, la norma di riferimento era indicata dalla Giurisprudenza costante nell’articolo 1102 del Codice Civile, stante il limite al diritto del singolo condomino rispetto al godimento delle parti condominiali comuni ed al loro utilizzo.
 
L’articolo in questione tratta della “cosa comune”, intesa quale comunione ed al primo comma si legge testualmente che “Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimen…
Accedi a tutti i contenuti premium
a €9,99 €4,99/mese per 12 mesi
Abbonati adesso Continua con  paypal
Disattiva in qualsiasi momento.
devices
Subito per te
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti di Edilportale.com
  • Accesso ai listini prezzi ufficiali dei produttori per computi metrici
  • Report esclusivi, guide, info-grafiche e contenuti Pdf da scaricare
  • Accesso privilegiato a tutti gli eventi Edilportale (Tour, Fiere, etc.)
Le più lette