Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Riqualificazione energetica e sismica degli alberghi, nuovo Bando FRI-Tur

Riqualificazione energetica e sismica degli alberghi, nuovo Bando FRI-Tur

A luglio le domande per accedere ai fondi PNRR per la valorizzazione sostenibile e digitale delle strutture ricettive

Riqualificazione energetica e sismica degli alberghi, nuovo Bando FRI-Tur - Foto: siraphol 123rf.com
Riqualificazione energetica e sismica degli alberghi, nuovo Bando FRI-Tur - Foto: siraphol 123rf.com
di Rossella Calabrese
14/05/2024 - Migliorare la qualità dei servizi di ospitalità in relazione agli standard internazionali attraverso il potenziamento delle strutture ricettive e sostenere nuovi investimenti nel settore fieristico, secondo principi di sostenibilità ambientale e digitalizzazione.
 
Sono gli obiettivi del secondo Bando FRI-Tur pubblicato dal Ministero del Turismo, finanziato dal PNRR, a valere sul “Fondo Rotativo Imprese (FRI) per il sostegno alle imprese e agli investimenti di sviluppo” che agevola l’accesso al credito e gli investimenti di media dimensione (da 500 mila a 10 milioni di euro) per le PMI del settore turistico.
 
Il nuovo Bando ha una dotazione di 180 milioni di euro - 40 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023 e 50 milioni di euro per ciascuno degli anni 2024 e 2025 - al netto delle risorse impegnate per la copertura delle domande ammesse al primo Bando FRI-Tur emanato a gennaio 2023.
 
Il Bando è rivolto a: imprese alberghiere, agriturismi, strutture all’aria aperta, imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale (compresi stabilimenti balneari, complessi termali, porti turistici, parchi tematici).
 
Sono agevolabili investimenti tra 500.000 e 10 milioni di euro per interventi di:
- incremento dell’efficienza energetica delle strutture;
- riqualificazione antisismica;
- eliminazione delle barriere architettoniche;
- manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, installazione di manufatti leggeri come case mobili e loro pertinenze;
- realizzazione di piscine termali (solo per gli stabilimenti termali);
- digitalizzazione;
- acquisto o rinnovo di arredi.
 


Il FRI-Tur prevede una riserva del 50% delle risorse per gli investimenti green e una riserva del 40% al Sud.
 
I destinatari del Bando potranno accedere al FRI-Tur attraverso la piattaforma dedicata, dal 1° al 31 luglio 2024.
 
“È importante spendere bene le risorse del PNRR. In quest’ambito, noi abbiamo messo a disposizione il FRI-Tur, e il Ministero del Turismo ha da poco pubblicato un nuovo avviso per parteciparvi e ottenere finanziamenti orientati a interventi di efficientamento energetico, sostenibilità, ammodernamento” - ha dichiarato la Ministra del Turismo Daniela Santanchè.
 
“Anche perché quello che dobbiamo fare per vincere la sfida del settore, ossia di riportare l’Italia al primo posto sul podio del turismo internazionale, è migliorare i servizi, la qualità e la formazione dei lavoratori del comparto” - ha concluso.
 

Vai al Bando FRI-Tur

Le più lette