Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Caldaia ibrida: guida alla tecnologia

Caldaia ibrida: guida alla tecnologia

Note anche come sistemi ibridi, pompe di calore ibride, caldaie a condensazione ibride, o ancora caldaie con pompa di calore, le caldaie ibride sono il risultato dell’integrazione di due generatori

Vedi Aggiornamento del 19/06/2024
Caldaia ibrida - Foto: rh2010 123rf.com
Caldaia ibrida - Foto: rh2010 123rf.com
di Rossella di Gregorio
Vedi Aggiornamento del 19/06/2024
13/06/2024 - Con il termine caldaia ibrida ci si riferisce ai sistemi per il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria (ACS) composti da due generatori, uno a combustione e l’altro senza combustione; generalmente si tratta di una caldaia a condensazione e una pompa di calore, per questo motivo, le caldaie ibride sono chiamate anche pompe di calore ibride, caldaie a condensazione ibride, o ancora caldaie con pompa di calore.
 
L’accesso a fonti di energia diversificate crea un mix energetico che può essere customizzato in base alle esigenze dell'utente finale.
 

Come funziona una caldaia ibrida?

Alla base del funzionamento di una caldaia ibrida c’è una pompa di calore e una caldaia a condensazione che dialogano in modo intelligente tra loro.
 
In base ad alcune informazioni, quali:
 
  • la temperatura esterna, misurata da una sonda
  • la temperatura di esercizio
  • il prezzo per ogni kWh di elettricità consumato dalla pompa di calore
  • il costo per ogni unità di combustibile consumata dalla caldaia
 
le caldaie con pompa di calore sono in grado di capire qual è il generatore più adatto ad essere operativo.
 
Tutte le informazioni sopra citate pervengono a un sistema centrale elettronico (il “meccanismo intelligente”) che elabora i dati e calcola il Carico Termico necessario, in base al quale decide cosa sia più conveniente far lavorare: la pompa di calore o la caldaia supplementare o entrambe.
 
Per un maggiore approfondimento sul funzionamento di una caldaia ibrida si rimanda al focus ad esso dedicato.
 

Differenza tra una caldaia ibrida e una caldaia a condensazione

La caldaia ibrida altro non è che una caldaia a condensazione integrata con una pompa di calore.
 
Questa integrazione permette di attivare la caldaia a condensazione solo quando necessario, aspetto che comporta una notevole riduzione dei consumi e delle emissioni nell’ambiente. Infatti, con la caldaia a condensazione si deve ricorrere sempre alla combustione per produrre riscaldamento o ACS.
 
Con un impianto ibrido, invece, è possibile in determinate condizioni mettere in standby la caldaia a gas a favore della pompa di calore. La caldaia ibrida rappresenta pertanto la soluzione che meglio coniuga l’esigenza ambientale con il comfort abitativo garantito dalla caldaia a condensazione.
 

I vantaggi della caldaia ibrida

I sistemi ibridi uniscono i vantaggi dei generatori di calore tradizionali a quelli dei generatori alimentati da fonti energetiche ecologiche e rinnovabili.
 
Anche se le emissioni di CO2 non sono del tutto annullate, la loro riduzione è certamente notevole; pertanto, il primo ed evidente vantaggio di una caldaia ibrida riguarda proprio l’ambiente e ad esso si aggiungono questi ulteriori vantaggi:
 
  • scelta tra modelli alimentati da diverse fonti energetiche (gas, gasolio, pompa di calore, ecc.);
  • flessibilità e facilità di utilizzo;
  • pieno controllo del sistema;
  • alta efficienza energetica, con riduzione dei consumi e dei costi;
  • possibilità di integrazione con i pannelli fotovoltaici.
 

Quando è conveniente usare una caldaia ibrida?

La caldaia ibrida rappresenta la scelta ideale per case molto grandi e non coibentate e per edifici obsoleti e disperdenti che richiedono un fabbisogno energetico notevole. In casi del genere la pompa di calore da sola non sarebbe sufficiente a causa dei suoi limiti di potenza termica. L’integrazione con la caldaia a condensazione permette di superare l’ostacolo.
 
La pompa di calore da sola non riesce a garantire il giusto apporto di acqua calda sanitaria e necessita di un accumulo. Questo richiede la presenza di uno spazio idoneo ad accogliere le diverse tecnologie, condizione che non sempre è possibile rispettare. In queste situazioni, la caldaia ibrida è la soluzione ideale poiché la caldaia a condensazione, chiamata unità interna, viene installata all’interno, mentre la pompa di calore, chiamata unità esterna, è installata all’esterno. Questo permette di risparmiare notevolmente sullo spazio.
 
Un ultimo caso in cui la caldaia ibrida è il sistema più consigliato è quello in cui non è possibile sostituire l’impianto a termosifoni preesistente. Un sistema di riscaldamento come quello a caloriferi funziona con temperature elevate; tranne alcuni modelli di ultima generazione, le pompe di calore lavorano a temperature mediamente più basse, pertanto, la caldaia ibrida permette di ottimizzare i consumi.
 

Caldaia ibrida, costi ed incentivi

Il costo di una caldaia ibrida è sicuramente più elevato di quello che si sosterebbe sostituendo la sola caldaia a condensazione. In media, il costo di una caldaia ibrida, comprensivo di lavori, varia tra 10.000 e i 15.000 €.
 
Per far fronte a questa spesa e per incentivare il passaggio a tecnologie più green ci sono gli incentivi statali. Attualmente l’installazione di una caldaia ibrida è favorita:
 
1) dall’Ecobonus: i lavori per la sostituzione delle vecchie caldaie con caldaie ibride sono coperti al 65%.
2) dal Superbonus: l’installazione di un impianto ibrido rientra tra i cosiddetti lavori trainanti ed è coperto al 70% per il 2024.
3) dal Conto Termico 2.0: questo incentivo copre fino al 65% della spesa di sostituzione del vecchio impianto. 
 
Per accedere alle detrazioni fiscali previste dall’Ecobonus e dal Superbonus è importante che il sistema installato sia “Factory Made”, cioè composto da generatori con compatibilità dichiarata dal produttore. Una caldaia ibrida è un sistema ad alta efficienza; per dichiararsi tale deve essere Factory Made, ossia progettata e prodotta da un unico costruttore. Questo esclude pertanto la possibilità di adattare una vecchia caldaia ad una pompa di calore.
 
Le più lette