Network
Pubblica i tuoi prodotti
Rinnovabili innovative, pronto il Decreto FER 2

Rinnovabili innovative, pronto il Decreto FER 2

A breve gli incentivi per gli impianti alimentati da biogas e biomasse, solari termodinamici, geotermoelettrici, eolici off-shore, fotovoltaici floating

Vedi Aggiornamento del 10/06/2024
Decreto FER 2 per rinnovabili innovative - Foto: pongchenko 123rf.com
Decreto FER 2 per rinnovabili innovative - Foto: pongchenko 123rf.com
di Rossella Calabrese
Vedi Aggiornamento del 10/06/2024
05/06/2024 - Il Decreto FER 2, che promuove la realizzazione di impianti di produzione da fonti rinnovabili non pienamente mature o con costi elevati di esercizio, è stato approvato dalla Commissione Europea.
 
Lo fa sapere il Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica ricordando che l’obiettivo del provvedimento è quello di incentivare la realizzazione di una capacità di 4,6 GW di impianti entro il 31 dicembre 2028, tra cui:
- impianti eolici off-shore;
- impianti geotermoelettrici a emissioni nulle;
- impianti geotermoelettrici tradizionali e alimentati a biomassa e biogas;
- impianti fotovoltaici floating su acque interne e a mare;
- impianti da energia mareomotrice, del moto ondoso e altre forme di energia marina;
- impianti solari termodinamici.

Poichè questa misura consiste in un aiuto di Stato, si è reso necessario acquisire il via libera di Bruxelles.
 

I progetti saranno selezionati mediante una procedura di gara trasparente e non discriminatoria, in cui i beneficiari presenteranno un'offerta relativa alla tariffa incentivante (il prezzo di esercizio) necessaria per realizzare ogni singolo progetto.

L’aiuto assumerà la forma di un contratto bidirezionale per differenza per ogni kWh di energia elettrica prodotta e immessa in rete e sarà versato per una durata pari alla vita utile delle centrali.

Gli incentivi alle aziende beneficiarie saranno finanziati mediante un prelievo dalle bollette elettriche dei consumatori finali che la Commissione Europea stima in 35,3 miliardi di euro. Il sistema di incentivazione rimarrà in vigore fino al 31 dicembre 2028. 

“Il via libera della Commissione - afferma il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica Gilberto Pichetto - è un passo in avanti importante verso i nostri obiettivi energetici, che arriva dopo un lungo e costruttivo confronto con le istituzioni europee”. “Questo provvedimento, molto atteso, consentirà di abilitare nuove tecnologie fondamentali per la decarbonizzazione” - conclude il ministro.
 
Il testo (vedi bozza Decreto Fer2) sarà ora posto all’attenzione dei Ministri concertanti per la firma, al fine di essere trasmesso alla Corte dei Conti per la registrazione e la successiva pubblicazione. Entro trenta giorni dalla data di pubblicazione saranno poi emanate le Regole Operative con decreto del Ministero per rendere pienamente operativa la misura.
 
Le più lette