inc
Carrello 0

Scheda Normativa

News Correlate

25/07/2005
Approvato dalla Camera il disegno di legge centri storici

Il ddl che tutelerà i borghi più belli passa ora all’esame del Senato

21/07/2005
Il Ddl sui centri storici all’esame delle Commissioni

Approvazione della Commissione Bilancio della Camera

14/07/2005
Prosegue l’esame del Ddl sul recupero dei centri storici

Pareri favorevoli dalle Commissioni Ambiente e Finanze

27/06/2005
Centri storici: proposte di legge per la valorizzazione

In discussione idee per riqualificare i borghi e istituire un marchio di qualità

Bozza non ancora in vigore

Proposte di legge recanti disposizioni per il recupero e la riqualificazione dei centri storici

06/06/2006 - Il testo del disegno di legge in oggetto è fermo in Parlamento dal 27 luglio 2005


Proposte di legge presentate dai deputati Foti, Iannuzzi, Coluccini
Le proposte di legge sono in formato PDF in fondo a questa pagina.

ALLEGATO
Disposizioni per il recupero e la riqualificazione dei centri storici (Testo unificato C. 5470 Iannuzzi, C. 5638 Foti e C. 5891 Coluccini).
EMENDAMENTI E ARTICOLI AGGIUNTIVI
ART. 1.
Al comma 1, dopo le parole: del perimetro dei centri storici inserire le seguenti: e negli antichi insediamenti urbanistici individuati con il decreto di cui al comma 3,.
1. 1.Folena.
Al comma 1, dopo le parole: le zone inserire le seguenti: ovvero il patrimonio edilizio.
1. 2.Folena.
Al comma 2 sostituire le parole: dal Comune con le seguenti: dal Consiglio comunale.
1. 3.Folena.
Al comma 2, sostituire le parole: il miglioramento e l'adeguamento dei servizi urbani con le seguenti: il miglioramento, l'adeguamento dei servizi urbani e la valorizzazione e promozione dei centri urbani.
1. 6.Coluccini, Vigni.
Sostituire il comma 3, con il seguente:
3. Con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, d'intesa con il Ministro per i beni e le attività culturali, da emanare entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono individuati gli insediamenti urbanistici cui é riconosciuto il marchio di cui all'articolo 1-bis.
Conseguentemente, dopo l'articolo 1, inserire il seguente:
Art. 1-bis. (Istituzione del marchio «Borghi più Belli d'Italia»). 1. È istituito il marchio «Borghi più Belli d'Italia», riservato ad antichi insediamenti urbanistici con popolazione non superiore a due mila abitanti, inseriti nei territori di comuni con popolazione complessiva non superiore a quindici mila abitanti.
2. Ai fini del riconoscimento del marchio di cui al comma 1, con decreto del Ministro per i beni e le attività culturali, d'intesa con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti e con la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, da emanarsi entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, é adottata una apposita carta di qualità in cui sono indicati i parametri qualitativi di natura storica, urbanistica, paesaggistica cui devono corrispondere i borghi, tenendo conto in particolare dello stato di conservazione, originalità e tipicità del complesso degli edifici e della struttura urbanistica degli insediamenti.
3. Il riconoscimento del marchio di cui al comma 1 è rilasciato, sentita l'Associazione nazionale dei comuni italiani (ANCI), dalla commissione provinciale di cui all'articolo 137 del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, sulla base dei parametri indicati nella carta di qualità di cui al comma 2 del presente articolo. Qualora vengano meno i suddetti requisiti, la commissione può procedere alla revoca del marchio.
1. 7.Coluccini, Vigni.
Al comma 3, dopo le parole: e le attività culturali», aggiungere le seguenti: sentita l'ANCI e su parere della commissione provinciale prevista dall'articolo 137 del codice dei beni culturali e ambientali, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42.
1. 8.Coluccini, Vigni.
Al comma 3, dopo le parole: e le attività culturali aggiungere le seguenti: su parere della commissione provinciale prevista dall'articolo 137 del codice dei beni culturali e ambientali, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42.
1. 9.Coluccini, Vigni.
Al comma 3 dopo le parole: e le attività culturali inserire le seguenti: e con l'ANCI.
1. 4.Folena.
Al comma 3, dopo le parole: e le attività culturali, aggiungere le seguenti: sentita l'ANCI.
1. 10.Coluccini, Vigni.
Al comma 3, sostituire le parole: in comuni con popolazione non superiore a 3.000 abitanti con le seguenti: con popolazione non superiore a 2.000 abitanti, inseriti nei territori di comuni con popolazione complessiva non superiore a 15.000 abitanti.
1. 11.Coluccini, Vigni.
Dopo il comma 3, inserire il seguente:
3. I privati, che realizzano il risanamento e il recupero del patrimonio edilizio usufruendo dei contributi e delle agevolazioni di cui all'articolo 2 della presente legge, ovvero delle agevolazioni o dei contributi eventualmente stabiliti dalla Regione, non possono procedere ad alienazione totale o parziale dell'immobile oggetto del risanamento o del recupero di cui alla presente legge.
1. 5.Folena.
Dopo l'articolo 1, inserire il seguente:
Art. 1-bis. (Osservatorio per la tutela dei borghi antichi d'Italia) - 1. Al fine di favorire l'elaborazione ed il coordinamento di linee programmatiche degli interventi di cui alla presente legge, con decreto del Ministro delle infrastrutture e trasporti, d'intesa con il Ministro per i beni e le attività culturali e con la conferenza unificata di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, é istituito l'Osservatorio interistituzionale per la tutela dei borghi d'Italia. Il decreto è emanato entra novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.
2. All'Osservatorio partecipano, in qualità di membri, rappresentanti delle regioni, dell'Associazioni nazionale dei comuni italiani (ANCI), dell'Unione delle province d'Italia (UPI), dell'Unione nazionale comuni comunità enti montani (UNCEM), nonché dei Ministeri dei beni e delle attività culturali, dell [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Mapelastic
inc
K4
inc

NEWS NORMATIVA

Fondo opere abusive, dalle 12 di oggi via alle domande

21/9 - Fondo opere abusive, dalle 12 di oggi via alle domande

Contributi concessi in base alla distribuzione territoriale, alla volumetria degli abusi e all’ordine cronologico delle richieste

21/9 - Bonus mobili, vale se si acquista un immobile ristrutturato?

L’Agenzia delle Entrate spiega le condizioni per ottenere la detrazione quando si compra casa dall’impresa che l’ha ristrutturata


Lastra per rotatorie e cordoli drenanti
inc
Superbonus 110
inc

inc