Roca
Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Decreto Legge 04/06/ 2013 n. 63

Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia per la definizione delle procedure d'infrazione avviate dalla Commissione europea, nonche' altre disposizioni in materia di coesione sociale (DL ecobonus, detrazioni 65% e 50%, bonus mobili)

Decreto Legge 10/10/ 2012 n. 174

Disposizioni urgenti in materia di finanza e funzionamento degli enti territoriali, nonche' ulteriori disposizioni in favore delle zone terremotate nel maggio 2012

Decreto Legge 06/12/ 2011 n. 201

Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici (Manovra Salva Italia)

Bozza non ancora in vigore 15/10/ 2010 n. C: 3779

Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2011 e per il triennio 2011-2013

Legge dello Stato 23/12/ 2009 n. 191

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2010)

Decreto Legislativo 30/12/ 1992 n. 504

Riordino della finanza degli enti territoriali, a norma dell'articolo 4 della legge 23 ottobre 1992, n. 421

News Correlate

06/12/2011
Detrazione fiscale del 55%: c’è la proroga fino a fine 2012

Il testo della Manovra firmato dal Presidente della Repubblica proroga il bonus fino al 31 dicembre 2012

25/11/2011
Detrazione fiscale del 55% verso la proroga oltre il 2011

L’annuncio del Ministro dell’Ambiente Clini. Aniem chiede di incentivare solo gli edifici di pregio e non l’edilizia comune post bellica

31/05/2011
Detrazione 55% e opere pluriennali, rimborsi differenziati

Per i privati rateizzazione secondo la normativa vigente nell’anno in cui si sostiene la spesa, per le imprese vale la data di fine lavori

12/05/2011
Ance: ‘dal Cipe nessuna nuova assegnazione per le opere medio-piccole’

I finanziamenti confermati per il Piano del 26 giugno 2009 restano a quota 45%

15/04/2011
Bonus 55%, rimborsi rateizzati in base all’anno della spesa

Chiarimenti sugli interventi di riqualificazione energetica tra il 2010 e il 2011: il riferimento è la norma in vigore nel periodo di imposta

23/03/2011
Detrazione 55%, a fine mese le comunicazioni on line

Operativo il sito Enea per la dichiarazione dei lavori avviati nel 2010 e terminati nel 2011

09/02/2011
Ritardo pagamenti, contestate le iniziative del Governo

Per il sottosegretario Viale le misure dell’esecutivo favoriscono l’accelerazione dei rimborsi

08/02/2011
Detrazione 55%, ammesso anche il solare termodinamico

Nei sistemi combinati per la produzione di energia termica ed elettrica, bonus riconosciuto solo per gli usi termici

22/12/2010
Pubblicata la Finanziaria 2011, prorogato di un anno il bonus 55%

Enea: le spese sostenute nel 2010 sono detraibili in cinque anni a partire dalla denuncia dei redditi del 2011

21/12/2010
Milleproroghe, il confronto inizia dal Consiglio dei Ministri

Stabilizzazione del 55% e slittamento dei termini per l’emersione degli ‘immobili fantasma’ tra gli argomenti più attesi

13/12/2010
Sanatoria catastale, probabile la proroga a dicembre 2011

Per la maggioranza ristretti i tempi della manovra estiva, la proposta potrebbe essere inserita nel prossimo decreto ‘Milleproroghe’

10/12/2010
Finanziaria 2011: tutte le novità per l’edilizia

Detrazione 55% fino al 31 dicembre 2011 e in dieci rate annuali; all’edilizia sanitaria 1,5 miliardi di euro dai fondi Fas per il 2012

09/12/2010
Tracciabilità e patto di stabilità aggravano la crisi in edilizia

Presentata interpellanza urgente alla Camera, chieste azioni celeri tra le priorità del Governo

09/12/2010
Approvata la Finanziaria 2011: bonus 55% prorogato di un anno

Agevolazione fiscale per la riqualificazione energetica da detrarre in dieci anni. Il Governo si è impegnato a renderla stabile

03/12/2010
Detrazione 55%: il Governo si impegna a renderla stabile

Approvato in Commissione Bilancio del Senato un ordine del giorno che chiede di portare a regime l’agevolazione

24/11/2010
Ance: nella Finanziaria 2011 pesanti tagli a infrastrutture

Riduzione delle risorse per nuovi investimenti del 14% rispetto all’anno precedente

19/11/2010
Nel 2011 detrazione del 55% in dieci anni invece che in cinque

La Camera proroga fino al 31 dicembre 2011 il bonus fiscale per la riqualificazione energetica degli edifici

18/11/2010
Detrazione fiscale 55%: via libera alla proroga per il 2011

Approvato dalla Camera l’emendamento alla Finanziaria; detrazione in dieci anni, invece che in cinque

17/11/2010
Proroga 55%: presentato l'emendamento alla Finanziaria

Tra le ipotesi di modifica, la detrazione in dieci anni, invece degli attuali cinque

15/11/2010
Detrazione 55% nella Legge Finanziaria 2011

Il Governo potrebbe presentare un emendamento in Aula alla Camera per prorogare il bonus fiscale oltre il 2010

12/11/2010
Scia, i chiarimenti restano al palo

Giudicato inammissibile parte del maxiemendamento del Governo alla legge di stabilità

12/11/2010
La detrazione del 55% troverà spazio nel decreto Milleproroghe

Il viceministro all’Economia Giuseppe Vegas: ‘i fondi nella Legge di Stabilità, le modalità a fine anno’

11/11/2010
Bonus 55%: la proroga potrebbe arrivare col 'Milleproroghe'

Possibile ripescaggio per la proroga oltre il 2010 della detrazione fiscale esclusa dalla Legge di stabilità

02/11/2010
La detrazione fiscale del 55% sia stabilizzata ed estesa alle P.A.

Lo chiedono le Commissione Ambiente e Attività Produttive della Camera nei pareri alla Legge di stabilità 2011

Legge dello Stato 13/12/2010 n. 220

(Gazzetta ufficiale 21/12/2010 n. 297)

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilita' 2011)

Testo vigente al 20-12-2013

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica
hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga

la seguente legge:

Art. 1.
(Gestioni previdenziali. Rapporti con le regioni.
Risultati differenziali. Fondi e tabelle)

1. I livelli massimi del saldo netto da finanziare e del ricorso al
mercato finanziario, in termini di competenza, di cui all'articolo
11, comma 3, lettera a), della legge 31 dicembre 2009, n. 196, per
gli anni 2011, 2012 e 2013, sono indicati nell'allegato 1. I livelli
del ricorso al mercato si intendono al netto delle operazioni
effettuate al fine di rimborsare prima della scadenza o di
ristrutturare passivita' preesistenti con ammortamento a carico dello
Stato.

2. Nell'allegato 2 sono indicati:
a) l'adeguamento degli importi dei trasferimenti dovuti dallo
Stato, ai sensi rispettivamente dell'articolo 37, comma 3, lettera
c), della legge 9 marzo 1989, n. 88, e successive modificazioni, e
dell'articolo 59, comma 34, della legge 27 dicembre 1997, n. 449, e
successive modificazioni, per l'anno 2011;
b) gli importi complessivamente dovuti dallo Stato per l'anno 2011
in conseguenza di quanto stabilito ai sensi della lettera a).

3. Gli importi complessivi di cui al comma 2 sono ripartiti tra le
gestioni interessate con il procedimento di cui all'articolo 14 della
legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni.
Nell'allegato 2 sono, inoltre, indicati gli importi che, prima del
riparto, sono attribuiti:
a) alla gestione per i coltivatori diretti, mezzadri e coloni a
completamento dell'integrale assunzione a carico dello Stato
dell'onere relativo ai trattamenti pensionistici liquidati
anteriormente al 1° gennaio 1989;
b) alla gestione speciale minatori;
c) all'Ente nazionale di previdenza e di assistenza per i
lavoratori dello spettacolo e dello sport professionistico.

4. Nell'allegato 2 sono, inoltre, indicati:
a) i maggiori oneri, per gli anni 2009 e 2010, a carico della
gestione per l'erogazione delle pensioni, assegni e indennita' agli
invalidi civili, ciechi e sordomuti di cui all'articolo 130 del
decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
b) gli importi, utilizzati per il finanziamento dei maggiori oneri
di cui alla lettera a), delle somme risultanti, sulla base del
bilancio consuntivo dell'Istituto nazionale della previdenza sociale
per l'anno 2009, trasferite alla gestione di cui all'articolo 37
della legge 9 marzo 1989, n. 88, e successive modificazioni, in
eccedenza rispetto agli oneri per prestazioni e provvidenze varie,
ovvero accantonate presso la medesima gestione, in quanto non
utilizzate per i rispettivi scopi.

5. COMMA ABROGATO DAL D.L. 2 MARZO 2012, N. 16, CONVERTITO, CON
MODIFICAZIONI, DALLA L. 26 APRILE 2012, N. 44.

6. COMMA ABROGATO DAL D.L. 6 DICEMBRE 2011, N. 201, CONVERTITO CON
MODIFICAZIONI DALLA L. 22 DICEMBRE 2011, N. 214.

7. I contratti di servizio per le regioni a statuto speciale devono
prevedere criteri di efficientamento e di razionalizzazione e sono
stipulati nei limiti degli stanziamenti di bilancio a carattere
continuativo allo scopo autorizzati. Eventuali risorse aggiuntive
sono utilizzate in favore dei soggetti di cui al comma 6, alinea,
secondo periodo, e sulla base dei criteri previsti nelle lettere a),
b), c) e d) del medesimo comma.

8. Entro quindici giorni dalla data di entrata in vigore della
presente legge, l'Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni avvia
le procedure per l'assegnazione di diritti d'uso di frequenze
radioelettriche da destinare a servizi di comunicazione elettronica
mobili in larga banda con l'utilizzo della banda 790-862 MHz e di
altre risorse eventualmente disponibili, conformemente a quanto
previsto dal codice delle comunicazioni elettroniche, di cui al
decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259. In coerenza con la
normativa dell'Unione europea, il Ministro dello sviluppo economico
fissa la data per l'assegnazione delle frequenze della banda 790-862
MHz e delle altre risorse eventualmente disponibili ai servizi di
comunicazione elettronica mobili in larga banda. La liberazione delle
frequenze di cui al primo periodo per la loro destinazione ai servizi
di comunicazione elettronica mobili in larga banda deve comunque
avere luogo entro e non oltre il 31 dicembre 2012. Alla scadenza del
predetto termine, in caso di mancata liberazione delle suddette
frequenze, l'Amministrazione competente procede senza ulteriore
preavviso alla disattivazione coattiva degli impianti avvalendosi
degli organi della polizia postale e delle comunicazioni ai sensi
dell'articolo 98 del codice delle comunicazioni elettroniche, di cui
al decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259. In caso di
indisponibilita' delle frequenze della banda 790 - 862 MHz, dalla
scadenza del predetto termine e fino all'effettiva liberazione delle
frequenze, gli assegnatari dei relativi diritti d'uso in esito alle
procedure di cui al primo periodo del presente comma hanno diritto a
percepire un importo pari agli interessi legali sulle somme versate a
decorrere dal 1° gennaio 2013. Il Ministero dell'economia e delle
finanze si rivale di tale importo sui soggetti che non hanno
proceduto tempestivamente alla liberazione delle frequenze stesse. Il
Ministero dello sviluppo economico puo' sostituire le frequenze gia'
assegnate nella banda 790-862 MHz con quelle liberate ai sensi delle
disposizioni dei commi da 9 a 12 o altrimenti disponibili. Il piano
nazionale di ripartizione delle frequenze e il piano nazionale di
assegnazione delle frequenze televisive sono adeguati alle
disposizioni del presente comma.

9. Con decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto
con il Ministro dell'economia e delle finanze, da emanare entro
trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge,
sono definiti i criteri e le modalita' per l'attribuzione, entro il
31 dicembre 2011, in favore degli operatori abilitati alla diffusione
di servizi di media audiovisivi in ambito locale, di misure
economiche di natura compensativa, a valere sugli introiti della gara
di cui al comma 8, per una percentuale pari al 10 per cento degli
introiti della gara stessa e comunque per un importo non eccedente
240 milioni di euro, finalizzate al volontario rilascio di porzioni
di spettro funzionali alla liberazione delle frequenze di cui al
comma 8. Successivamente alla data del 31 dicembre 2011 le risorse di
[ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Stuv
Metal Deploye

NEWS NORMATIVA

14/12 - Opere fluviali, possono progettarle solo gli ingegneri?

Dal Consiglio di Stato una panoramica sulle competenze acquisite nei corsi di studio in ingegneria e architettura

13/12 - Progettazione, 90 milioni di euro agli enti locali

Le risorse finanzieranno i progetti di messa in sicurezza degli edifici pubblici. Priorità alle scuole


Scaff System
Stone International