Asphaltall
Carrello 0

Scheda Normativa

Bozza non ancora in vigore 07/05/2012 n. 328

Regione Calabria - Riordino delle Comunità Montane e costituzione delle Unioni Montane dei Comuni

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

La presente proposta di legge si pone l'obiettivo di valorizzare maggiormente e con migliori risultati le forme associative degli enti locali mediante il riordino delle Comunità montane e la costituzione delle Unioni montane dei Comuni, ridefinendone l'assetto delle autonomie locali, promuovendo l'esercizio in forma associata di funzioni e servizi da parte dei comuni, tenendo conto delle rispettive dimensioni territoriali, al fine di superare la frammentarietà, attuare obiettivi di coesione territoriale, elevare il livello di qualità delle prestazioni e ridurre complessivamente gli oneri organizzativi, procedimentali e finanziari in funzione del rafforzamento dell'efficacia delle politiche pubbliche. A tale scopo, la proposta di legge promuove i processi aggregativi per l'esercizio associato di funzioni e servizi, nonché le fusioni volontarie tra comuni, anche attraverso specifiche misure di sostegno finanziario, nonché ogni altra forma collaborativa tra gli enti locali, alfine di assicurare l'effettivo ed efficiente esercizio delle funzioni e dei servizi in ambiti territoriali adeguati anche in funzione dell'integrazione sul territorio delle politiche di settore. Ciò posto, si evidenzia che il disegno di legge è riconducibile ai seguenti obiettivi essenziali:
a) valorizzazione del ruolo e dell'autonomia dei comuni e sostegno ai processi aggregativi spontanei dei medesimi, da realizzarsi attraverso l'associazione e l'unione dei comuni;
b) sviluppo delle fusioni volontarie tra comuni;
c) flessibilità organizzativa e gestionale delle funzioni e dei servizi di competenza dei comuni;
d) coinvolgimento diretto dei comuni nell'individuazione degli ambiti territoriali su cui insistono i comuni medesimi e loro forme associative, ambiti suscettibili di modifiche e ridefinizioni alla luce delle concrete esigenze organizzative;
e) razionalizzazione delle misure di sostegno finanziario destinate alle autonomie locali, anche per quanto attiene l'incidenza in termini di riduzione complessiva degli oneri organizzativi, procedimentali e finanziari in funzione del rafforzamento dell'efficacia delle politiche pubbliche;
f) ruolo sussidiario della Provincia, tenuta ad interloquire con i comuni e loro forme associative nella determinazione delle politiche pubbliche di rilevanza locale.
Il progetto di legge, che consta di diciannove articoli, riconosce la specificità del territorio montano e ne promuove la salvaguardia e lo sviluppo al fine di realizzare in esso pari opportunità rispetto al restante territorio regionale in un quadro di equilibrio economico, sociale e culturale.
Le Unioni montane dei Comuni sono enti locali formati da Comuni montani o parzialmente montani, anche appartenenti a province diverse, finalizzati alla conservazione e valorizzazione delle risorse montane, nonché all'organizzazione ed alla gestione dell'esercizio associato delle funzioni e dei servizi comunali. La proposta di l [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Orchidea
Marcegaglia Buildtech

NEWS NORMATIVA

13/12 - Progettazione, 90 milioni di euro agli enti locali

Le risorse finanzieranno i progetti di messa in sicurezza degli edifici pubblici. Priorità alle scuole

13/12 - Pavimentazioni industriali, le regole per progettarle

La Regione Toscana spiega in quali casi, ai sensi delle NTC2018, sono considerate strutture e vanno progettate da tecnici abilitati


SIKAFLEX -11 FC+
Capannoni Kopron