Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Comunicato 31/12/ 2013

Ministero della Giustizia - Mancata conversione del decreto-legge 31 ottobre 2013, n. 126, recante: «Misure finanziarie urgenti in favore di regioni ed enti locali ed interventi localizzati nel territorio»

Decreto Legge 31/10/ 2013 n. 126

Misure finanziarie urgenti in favore di regioni ed enti locali ed interventi localizzati nel territorio

News Correlate

20/12/2013
Il Decreto Qualificazioni verrà sospeso per 6 mesi

Fino alla revisione della normativa torna l’obbligo di subappalto, ma diminuiscono le categorie specialistiche

Bozza non ancora in vigore 31/10/2013 n. 1149

Conversione in legge del decreto-legge 31 ottobre 2013, n. 126, recante misure finanziarie urgenti in favore di regioni ed enti locali ed interventi localizzati nel territorio

Art. 1. - Misure finanziarie urgenti Il comma 1 prevede che, nelle more dell’entrata in vigore dell’armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio di cui al decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, gli enti in sperimentazione di cui all’articolo 36 del medesimo decreto legislativo n. 118 del 2011, siano esclusi dall’applicazione delle disposizioni di cui agli articoli 242 e 243 del testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, relative all’individuazione degli enti locali strutturalmente deficitari e alla conseguente soggezione degli stessi ad appositi controlli. Si prevede, altresì, che l’eventuale disavanzo di amministrazione derivante dal riaccertamento straordinario dei residui di cui all’articolo 14 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 28 dicembre 2011 e dal primo accantonamento al fondo crediti di dubbia esigibilità sia ripianato, per i medesimi enti in sperimentazione, per una quota pari almeno al 10 per cento l’anno. La disposizione di cui al comma 2 stabilisce che, ai fini della completa attuazione del piano di rientro dal disavanzo accertato, il Commissario ad acta di cui al comma 5 dell’articolo 16 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, incaricato dell’attuazione delle misure relative alla razionalizzazione e al riordino delle società partecipate regionali recate dal piano di stabilizzazione finanziaria della regione Campania, adotti i provvedimenti più idonei in tema di rimodulazione dei servizi, di applicazione di misure di efficientamento, di fissazione delle tariffe aziendali nonché di de-finizione della dotazione di personale compatibili con il perseguimento dell’obiettivo dell’equilibrio economico. Inoltre, mediante la modifica all’articolo 16, comma 6-quater, del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, si prevede che la struttura di supporto al Commissario ad acta prevista dallo stesso comma 6-quater possa ora comportare oneri per la finanza pubblica, a cui si provveda a carico delle risorse derivanti dal Fondo per lo sviluppo e la coesione di cui al comma 9 del citato articolo 16 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, nonché dalla quota dell’anticipazione attribuita alla regione Cam [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Software Topografia
SIKAFLEX -11 FC+

NEWS NORMATIVA

16/11 - Sismabonus, gli ingegneri sismici: ‘potenziare le agevolazioni fiscali’

ISI propone tetti di spesa differenziati in base ai metri quadri, detrazioni per le diagnosi sismiche senza lavori e cessione del credito anche alle banche

16/11 - Antisismica, il Governo valuta incentivi per la verifica statica degli immobili

Accolto un ordine del giorno per la mappatura degli immobili residenziali di edilizia privata e pubblica


Photo Book
UP