Carrello 0

Scheda Normativa

News Correlate

23/04/2013
Puglia, presentata una legge per semplificare gli iter amministrativi

Saranno soppressi il Consiglio regionale dei LL.PP. ed i Comitati tecnici di VIA e Autorità di Bacino

Bozza non ancora in vigore 18/04/2013 n. 261

Regione Puglia - Consigli, commissioni e comitati: semplificazione dei procedimenti amministrativi

RELAZIONE

La proposta di legge contiene alcune norme di semplificazione del procedimento amministrativo.
Non sfugge il carattere molto parziale dell’attività di semplificazione che si propone, al cospetto della necessità di conseguire interventi più ampi, magari favoriti da analoga determinazione del legislatore nazionale: sono abbondanti le implicazioni reciproche tra legislazione nazionale e regionale, tali da rendere abbastanza arduo il compito di presentazione di un progetto organico.
C’è da dire, inoltre, che ove si volesse ambire ad un intervento legislativo esaustivo sul complesso di norme procedimentali bisognevoli di semplificazione, si rischierebbe di procrastinare il tempo necessario al più approfondito esame di merito anche su questioni che non comportano particolare complessità tecnico-giuridica, come per quelli oggetto della presente proposta, frustrando la necessità ampiamente condivisa di agire con immediatezza almeno sugli argomenti tecnicamente meno controversi.
Sulla base di questa premessa, allora, appare opportuno procedere sulla ‘via’ della semplificazione possibile (‘passo dopo passo’), senza mai confondere, in ogni caso, le norme sul procedimento amministrativo con quelle poste a presidio (nel merito) di beni pubblici prioritari, quali per esempio l’ambiente ed il paesaggio, che debbono essere salvaguardati sempre e addirittura con maggiore vigore, posto che la sensibilità già accentuata dovrebbe assicurare un ulteriore salto di qualità su tutti gli aspetti d’inquinamento e distruzione non percepibili dall’occhio umano; è pertinente in questo senso il richiamo alla protezione dei beni comuni dalle aggressioni inquinanti e distruttive che provengono dal cattivo ed irresponsabile uso del sottosuolo.
In questo solco e con la speranza che il processo di semplificazione possa sempre arricchirsi di giorno in giorno con altre proposte di legge, che ‘strada facendo’ raggiungano livelli di condivisione e siano coerenti col più generale proposito di semplificazione, abbiamo ritenuto di concentrare questo primo intervento legislativo sulla soppressione di organismi collegiali che svolgono funzioni amministrative tecnico-consultive, avendo cura di attribuire le relative funzioni agli uffici che rivestono preminente competenza nella materia, ovvero agli uffici tecnici comunali; è quest’ultimo il caso dell’Autorità di Bacino per i pareri c.d. minori, il cui tempo di espressione allunga i tempi della definizione delle pratiche edilizie.
Nello specifico la proposta di legge si rassegna con le seguenti caratteristiche.
L’art. 1 riveste i caratteri di norma generale, nell’impossibilità oggettiva per il legislatore di avere piena cognizione dei molteplici organismi collegiali in attività. Per ovviare a ciò si è ritenuto di attribuire alla Giunta regionale il compito di deliberare, entro e non oltre il 30 novembre di ogni anno, l’individuazione degli organi collegiali con funzioni amministrative ritenute indispensabili, e di tanto deve essere fornita puntuale motivazione, determinando un meccanismo automatico di soppressione per quelli non dichiarati indispensabili per il raggiungimento delle finalità istituzionali. Naturalmente, l’ambito oggettivo d’intervento della Giunta regionale non potrà che essere limitato agli organismi collegiali previsti da leggi ed atti amministrativi regionali.
Con l’art. 2 ed in coerenza con un processo di semplificazione avviato qualch [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Living Now
Blumatica BIM

NEWS NORMATIVA

21/11 - Criteri ambientali minimi, come valutare la capacità dei progettisti

Dal Ministero dell’Ambiente chiarimenti su miglioramento delle prestazioni del progetto e utilizzo dei materiali recuperati o riciclati

21/11 - La Lombardia aggiorna i moduli unici per l’edilizia

Pubblicate le specifiche tecniche di interoperabilità e i file per l’interscambio informativo tra gli enti coinvolti


Core
M.v.b.