Carrello 0

Scheda Normativa

Circolare 14/03/1967 n. 122

Ministero della pubblica istruzione - Tutela archeologica: approvazione progetti.

E' stato rilevato come, con sempre maggior frequenza, talune sovrintendenze alle antichità, dovendosi pronunciare ai sensi dell'art.18 della legge 1-6-1939, n.1089, su progetti ritenuti particolarmente delicati ed importanti, rimettono la questione al Ministero o chiedono esplicitamente l'intervento del Consiglio superiore delle antichità e belle arti.
Una tale procedura, oltre a risultare poco ortodossa sotto il profilo giuridico-amministrativo in quanto non conforme allo spirito ed alla lettera della menzionata legge che prevede il ricorso gerarchico avverso i provvedimenti del sovrintendente, determina un eccessivo inevitabile appesantimento nello svolgimento delle mansioni attribuite agli uffici ai quali le signorie loro presiedono.
Ciò premesso, si invitano le signorie loro medesime a voler decidere autonomamente su tali progetti della propria competenza, adottando, ovviamente, criteri di estrema cautela e tenendo presente che, in materia l'intervento del Ministero è, di regola, determinato dai ricorsi degli interessati.
Si ritiene, inoltre, di dover puntualizzare che, secondo un'autorevole interpretazione giurisdizionale (Cassazione, Sez. II civile, 20-2-1948, n.263) la espressione "Ministro" ricorrente nell'art.11 della menzionata legge n.1089 non determina per se stessa la necessità dell'esercizio personale delle attribuzioni di cui si tratta; mentre è da considerare che, coordinando la norma del predetto art.11 con quella dell'art.1 della legge 22-5-1939, n.823 (definisce gli interessi archeologici, artistici, monumentali e panoramici affidati al Ministero, che esercita per mezzo delle s [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
WindFree
Selnova Pro

Edilportale Tour 2019

NEWS NORMATIVA

27/05 - Professionisti e imprese, da oggi la PA deve saldare le fatture entro 30 giorni

Deroghe possibili in casi limitati. In vigore la Legge Europea 2018 con le modifiche al Codice Appalti

24/05 - Bonus mobili, gli apparecchi di illuminazione accedono alla detrazione?

L’Agenzia delle Entrate ricorda cosa prevede l'agevolazione e quando si può richiedere


Living Now
Digital Magazine