inc

Scheda Normativa

News Correlate

14/03/2016
Incentivi alla progettazione, molti Comuni stanno chiedendo ai dipendenti di restituirli

Presentata un’interrogazione parlamentare per capire se le attività di pianificazione urbanistica godono del bonus

Decreto Legge 03/04/1995 n. 101

Norme urgenti in materia di lavori pubblici.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
Ritenuta la straordinaria necessità ed urgenza di emanare disposizioni in materia di regolamentazione dei lavori pubblici e definizione delle regole per la trasparenza degli appalti e delle concessioni;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 2 aprile 1995;
Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro del tesoro e del Ministro dei lavori pubblici e dell'ambiente, di concerto con i Ministri dell'interno, di grazia e giustizia, del bilancio e della programmazione economica e per il coordinamento delle politiche dell'Unione europea e della difesa;

Emana il seguente decreto-legge:


1. Applicazione della legge 11 febbraio 1994, n. 109 (2).

1. I commi 1, 2 e 3 dell'articolo 38 della legge 11 febbraio 1994, n. 109 (2), sono abrogati.
2. Il regolamento di cui all'articolo 3 della legge 11 febbraio 1994, n. 109 (2), è adottato entro il 30 settembre 1995 ed entra in vigore tre mesi dopo la sua pubblicazione in apposito supplemento della Gazzetta Ufficiale, che avviene contestualmente alla ripubblicazione della citata legge n. 109 del 1994 (2), coordinata con le modifiche apportate dal presente decreto, e dei decreti previsti dalla medesima legge n. 109 del 1994 (2).
3. Ai progetti che siano affidati formalmente a decorrere dalla data di entrata in vigore del regolamento di cui al comma 2 e ai relativi affidamenti in appalto o in concessione si applicano le disposizioni della legge 11 febbraio 1994, n. 109 (2),
come modificata dal presente decreto, nonché le disposizioni del regolamento di cui al comma 2 con le modalità stabilite dal regolamento stesso.
4. Ai progetti che siano affidati formalmente a decorrere dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto e fino alla data di entrata in vigore del regolamento di cui al comma 2, nonché ai relativi affidamenti in
appalto o in concessione, si applicano le disposizioni della legge 11 febbraio 1994, n. 109 (2), come modificata dal presente decreto, che non fanno rinvio a norme del medesimo regolamento, ad eccezione di quelle di cui agli articoli 4, commi da
1 a 9, e 14, nonché le disposizioni legislative e regolamentari previgenti non incompatibili con la citata legge n. 109 del 1994 (2). Le medesime disposizioni si applicano ai progetti affidati formalmente prima della data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto e ai relativi affidamenti in appalto o in concessione qualora il bando per l'appalto o per la concessione non sia pubblicato entro il 31 gennaio 1997 (2/a).
5. Ai progetti che siano affidati formalmente prima della data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto ed ai relativi affidamenti in appalto o in concessione, qualora il bando per l'appalto o per la concessione sia
pubblicato entro il 31 gennaio 1997, si applicano le disposizioni legislative e regolamentari vigenti fino alla data di entrata in vigore della legge 11 febbraio 1994, n. 109 (2), nonché gli articoli 1, 2, 6, 7, 8, comma 7, 9, 19, 21, 22, 23, 24, 26, commi da 1 a 5, 31, 31-bis, 32, 35, 36, 37 e 38, comma 4, della citata legge n. 109 del 1994 (2), come modificata dal presente decreto (2/a).
6. A parziale deroga di quanto previsto dal comma 5, ai bandi e agli avvisi pubblicati tra la data di entrata in vigore della legge 11 febbraio 1994, n. 109 (2), e la data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, ovvero alle aggiudicazioni o agli affidamenti intervenuti entro gli stessi termini, sono applicabili le disposizioni vigenti al momento dell'adozione dei rispettivi provvedimenti.
7. Qualora alla redazione dei progetti provvedano gli uffici tecnici dei soggetti di cui all'articolo 2, comma 2, della legge 11 febbraio 1994, n. 109 (2), come modificato dall'articolo 2 del presente decreto, per affidamento di progetto si intende l'incarico formale di predisposizione del progetto almeno di massima conferito ai predetti uffici da parte degli organi competenti.
8. Nel caso di trattativa privata, il termine relativo alla pubblicazione del bando di cui ai commi 4, 5 e 6 si intende riferito alla data di presentazione delle offerte.
9. Le disposizioni di cui all'articolo 14 della legge 11 febbraio 1994, n. 109 (2), si applicano a decorrere dalla data di entrata in vigore del regolamento di cui al
comma 2 del presente articolo (2/b).
10. L'obbligo relativo alle comunicazioni di cui all'articolo 4, commi 17 e 18, della legge 11 febbraio 1994, n. 109 (2), decorre dal sessantesimo giorno successivo all'avvenuta comunicazione nella Gazzetta Ufficiale della costituzione dell'Osservatorio dei lavori pubblici. Il termine di novanta giorni di cui all'articolo 31-bis, comma 1, della citata legge n. 109 del 1994 (2), introdotto dall'articolo 9 del presente decreto, nel caso di riserve iscritte antecedentemente alla data di entrata in vigore del presente decreto, decorre dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto.
11. Alla legge 11 febbraio 1994, n. 109, sono apportate le modificazioni recate dagli articoli seguenti del presente decreto (3).


(2/a) Comma così modificato dall'art. 6, D.L. 6 settembre 1996, n. 467.
(2/a) Comma così modificato dall'art. 6, D.L. 6 settembre 1996, n. 467.
(2/b) Comma così modificato dall'art. 12, L. 18 novembre 1998, n. 415.
(3) Articolo così sostituito dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216.


2. Ambito oggettivo e soggettivo di applicazione della legge.

1. All'articolo 2 sono apportate le seguenti modifiche:
a) al comma 1 dopo la parola: "impianti"; sono inserite le seguenti: "anche di presidio e difesa ambientale";
b(4);
c(5);
c-bis)(6);
c-ter)(7).

(4) Sostituisce la lett. c) del comma 2 dell'art. 2, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(5) La lettera che si omette, sostituita dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216, modifica il comma 3, primo e secondo periodo, dell'art. 2, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(6) La lettera che si omette, aggiunta dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216, aggiunge un periodo al comma 5 dell'art. 2, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(7) La lettera che si omette, aggiunta dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216, aggiunge il comma 5-bis all'art. 2, L. 11 febbraio 1994, n. 109.


3. Delegificazione.

1. All'articolo 3 sono apportate le seguenti modifiche:
a)(8);
a-bis)(9);
c) al comma 6:
1)(10);
2)(11);
3)(12);
3-bis)(13);
3-ter)(14);
d)(15).

(8) Modificata dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216, a sua volta modifica il comma 2 dell'art. 3, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(9) Aggiunta dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216, sostituisce il secondo periodo del comma 4 dell'art. 3, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(10) Modifica l'alinea del comma 6 dell'art. 3, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(11) Modifica la lettera g) del comma 6 dell'art. 3, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(12) Modifica la lettera h) del comma 6 dell'art. 3, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(13) Aggiunto dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216, abroga la lettera i) del comma 6 dell'art. 3, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(14) Aggiunto dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216, abroga la lettera n) del comma 6 dell'art. 3, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(15) Aggiunge i commi 7-bis, 7-ter e 7-quater dopo il comma 7 dell'art. 3, L. 11 febbraio 1994, n. 109. Il comma 7-quater è stato poi soppresso dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216.


3-bis. (16) Servizio di ispettorato tecnico sui lavori pubblici.

1. All'articolo 4 sono apportate le seguenti modifiche:
a) (17);
b) (18);
c) (19);
2. All'articolo 5 sono apportate le seguenti modifiche:
a) (20);
b) (21);
c) (22);
d) (23).

(16) Aggiunto dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216.
(17) Modifica il comma 6 dell'art. 4, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(18) Abroga la lett. b) del comma 10 dell'art. 4, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(19) Abroga i commi 11, 12 e 13 dell'art. 4, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(20) Sostituisce la rubrica dell'art. 5, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(21) Sostituisce il comma 3 dell'art. 5, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(22) Abroga il secondo periodo del comma 5 dell'art. 5, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(23) Aggiunge il comma 5-bis dall'art. 5, L. 11 febbraio 1994, n. 109.


4. Modifiche dell'organizzazione e delle competenze del Consiglio superiore dei lavori pubblici.

1. All'articolo 6 sono apportate le seguenti modifiche:
a) (24);
b) al comma 4:
1) (25);
2) (26);
c) (27);
d) (28).

(24) Sostituisce al comma 2, primo capoverso, il primo periodo dell'art. 6, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(25) Modifica il primo periodo del comma 4 dell'art. 6, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(26) Sostituisce il secondo periodo del comma 4 dell'art. 6, L. 11 febbraio 1994, n. 109,.
(27) Sostituisce il comma 5 dell'art. 6, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(28) Aggiunge il comma 5-bis all'art. 6, L. 11 febbraio 1994, n. 109.


4-bis. (16) Misure per l'adeguamento della funzionalità della pubblica amministrazione.

1. All'articolo 7 sono apportate le seguenti modifiche:
a) (29);
b) (30);
c) (31).

(16) Aggiunto dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216.
(29) Sostituisce i commi 1, 2, 3 e 4 e aggiunge i commi 4-bis, 4-ter, 4-quater e 4-quinquies all'art. 7, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(30) Modifica il comma 5 dell'art. 7, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(31) Modifica il comma 6 dell'art. 7, L. 11 febbraio 1994, n. 109.


4-ter. (16) Sospensione dalla partecipazione alle gare.

1. All'articolo 8 sono apportate le seguenti modifiche:
a) (32);
b) (33);
c) (34);
d) (35);
e) (36).

(16) Aggiunto dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216.
(32) Sostituisce il comma 7 dell'art. 8, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(33) Modifica il comma 8 dell'art. 8, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(34) Modifica il comma 9 dell'art. 8, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(35) Modifica il comma 10 dell'art. 8, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(36) Modifica il comma 11 dell'art. 8, L. 11 febbraio 1994, n. 109.


5. Norme in materia di partecipazione alle gare.

1. All'articolo 9 sono apportate le seguenti modifiche:
a) (37);
b) (38).

(37) Modifica il comma 1 dell'art. 9, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(38) Aggiunge i commi 4-bis e 4-ter, quest'ultimo soppresso dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216, all'art. 9, L. 11 febbraio 1994, n. 109.


5-bis. (39) Soggetti ammessi alle gare.

1. (40).

(39) Aggiunto dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216.
(40) Aggiunge la lettera e-bis al comma 1 dell'art. 10, L. 11 febbraio 1994, n. 109.


5-ter. (39) Consorzi stabili.

1. All'articolo 12 sono apportate le seguenti modifiche:
a) (41);
b) (42).

(39) Aggiunto dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216.
(41) Modifica il comma 2 dell'art. 12, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
(42) Modifica il comma 5 dell'art. 12, L. 11 febbraio 1994, n. 109.


5-quater. (39) Competenze dei consigli comunali e provinciali.

1. (43).

(39) Aggiunto dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216.
(43) Sostituisce l'art. 15 della L. 11 febbraio 1994, n. 109.


5-quinquies. (39) Attività di progettazione.

1. (44).

(39) Aggiunto dalla legge di conversione 2 giugno 1995, n. 216.
(44) Sostituisce l'art. 16 della L. 11 febbraio 1994, n. 109.


5-sexies. (39) Redazione dei progetti.

1. (45 [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Protettivi per legno e cemento_Marketplace
inc
Marketplace
inc

NEWS NORMATIVA

Superbonus 110%, RPT: ‘ecco le nostre proposte per superare le criticità’

24/11 - Superbonus 110%, RPT: ‘ecco le nostre proposte per superare le criticità’

La Rete Professioni Tecniche chiede di intervenire su conformità urbanistica, attestazioni, rapporti con i general contractor, RC professionale

24/11 - Superbonus 110% e difformità urbanistiche, cosa è consentito fare e cosa no

Gli interventi realizzati sugli immobili difformi dal punto di vista urbanistico non possono essere agevolati con il superbonus, ma ci sono delle eccezioni


Radiatori e termoarredi_Marketplace
inc
Archicad
inc

inc