Vimec
Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Legge dello Stato 29/11/ 2015 n. 189

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 1° ottobre 2015, n. 154, recante disposizioni urgenti in materia economico-sociale (110 milioni di euro per #scuolebelle)

Delibera/zione 06/08/ 2015

Comitato interministeriale per la programmazione economica - Fondo sviluppo e coesione 2014-2020: misure di riqualificazione e decoro degli edifici scolastici statali

News Correlate

02/12/2015
#Scuolebelle, al via interventi per 110 milioni di euro

In Gazzetta le risorse per lavori di ripristino del decoro e della funzionalità degli edifici scolastici

21/10/2015
Edilizia scolastica, saranno erogati a breve i 60 milioni del programma #scuolebelle

Pubblicata in Gazzetta la delibera del Cipe. Il Miur verserà alle scuole 50 milioni per il 2015 e 10 per il 2016

30/09/2015
Scuolebelle, il Governo accelera gli interventi

Saranno subito utilizzati 110 milioni di euro stanziati per il 2015 e 2016

Decreto Legge 01/10/2015 n. 154

(Gazzetta ufficiale 01/10/2015 n. 228)

Disposizioni urgenti in materia economico-sociale (110 milioni di euro per #scuolebelle)

Entrata in vigore del provvedimento: 01/10/2015

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
Ritenuta la straordinaria necessita' e urgenza di provvedere al
finanziamento del piano straordinario per il ripristino del decoro e
della funzionalita' degli edifici scolastici;
Ritenuta la straordinaria necessita' e urgenza di intervenire in
materia di proroga e durata dei programmi di ristrutturazione delle
grandi imprese in stato di insolvenza;
Ritenuta la straordinaria necessita' e urgenza di adottare misure
finanziarie per interventi nei territori colpiti dagli eccezionali
eventi meteorologici dei giorni 13 e 14 settembre 2015;
Vista la deliberazione del Consiglio dei ministri, adottata nella
riunione del 29 settembre 2015;
Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei ministri e dei
Ministri dell'economia e delle finanze, del lavoro e delle politiche
sociali e dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro
dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca;

EMANA

il seguente decreto-legge:

Art. 1

Misure urgenti in materia sociale per garantire il decoro degli
edifici scolastici

1. Per la celere prosecuzione degli interventi relativi al piano
straordinario per il ripristino del decoro e della funzionalita'
degli edifici scolastici, di cui alla delibera CIPE 30 giugno 2014,
n. 21, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 220 del 22 settembre
2014, e' disposto l'immediato utilizzo delle risorse gia' assegnate
dal CIPE nella seduta del 6 agosto 2015, nell'importo di 50 milioni
di euro per l'anno 2015 e di 10 milioni di euro per l'anno 2016, a
valere sul Fondo per lo sviluppo e la coesione - programmazione
2014-2020. E' altresi' autorizzata la spesa di ulteriori 50 milioni
di euro per l'anno 2015, cui si provvede mediante corrispondente
riduzione del Fondo sociale per l'occupazione e la formazione, di cui
all'articolo 18 del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185,
convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2.
Art. 2

Misure urgenti per l'esecuzione dei programmi di Amministrazione
straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza

1. All'articolo 57 del decreto legislativo 8 luglio 1999, n. 270,
dopo il comma 4, e' aggiunto il seguente: "4-bis. Se in prossimita'
della scadenza del programma, anche in caso di proroga dei termini di
cui all'articolo 66, la cessione non e' ancora intervenuta, in tutto
o in parte, il Ministro dello sviluppo economico puo' disporre, per
una sola volta, un'ulteriore proroga del termine di esecuzione del
programma per un periodo non superiore a dodici mesi, quando, sulla
base di una specifica relazione, predisposta dal Commissario
straordinario, sentito il comitato di sorveglianza, l'attuazione del
programma richiede la prosecuzione dell'esercizio dell'impresa, senza
pregiudizio per i creditori. Il provvedimento ministeriale di proroga
e' comunicato al Tribunale competente ai fini dell'esercizio delle
proprie attribuzioni ai sensi del presente decreto.".
Art. 3

Misure finanziarie per interventi nei territori colpiti dagli
eccezionali eventi meteorologici dei giorni 13 e 14 settembre 2015

1. Per l'anno 2015, per fare fronte ai danni causati dagli
eccezionali eventi meteorologici che nei giorni 13 e 14 settembre
2015 hanno colpito il territorio delle province di Parma e Piacenza,
deliberati nella dichiarazione dello stato di emergenza adottata dal
Consiglio dei Ministri nella riunione del 25 settembre 2015 e
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 228 del 1° ottobre 2015,
l'obiettivo del patto di stabilita' interno e' ridotto di 4 milioni
di euro per la provincia di Parma, di 6,5 milioni di euro per la
provincia di Piacenza e di complessivi 3,679 milioni di euro
ripartiti fra i comuni, interessati dall'evento, come indicato nella
tabella A allegata al presente decreto. La riduzione degli obiettivi
e' operata a valere sugli spazi finanziari, che residuano
dall'applicazione dell'articolo 1, comma 122-bis, della legge 13
dicembre 2010, n. 220, determinati dall'applicazione della sanzione
di cui alla lettera a) del comma 26 dell'articolo 31 della legge 12
novembre 2011, n. 183, previ [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


download
Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
NRBH
Orchidea

NEWS NORMATIVA

14/12 - Opere fluviali, possono progettarle solo gli ingegneri?

Dal Consiglio di Stato una panoramica sulle competenze acquisite nei corsi di studio in ingegneria e architettura

13/12 - Progettazione, 90 milioni di euro agli enti locali

Le risorse finanzieranno i progetti di messa in sicurezza degli edifici pubblici. Priorità alle scuole


Living Now
Penetron