Carrello 0

Scheda Normativa

News Correlate

06/09/2007
Valle d’Aosta, norme in materia di catasto

DLgs per il trasferimento alla Regione di alcune funzioni amministrative

Decreto Legislativo 03/08/2007 n. 142

(Gazzetta ufficiale 04/09/2007 n. 205)

Norme di attuazione dello statuto speciale della regione autonoma Valle d'Aosta/Vallee d'Aoste, in materia di catasto

testo in vigore dal: 19-9-2007

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visto l'articolo 87 della Costituzione;
Vista la legge costituzionale 26 febbraio 1948, n. 4, concernente
lo statuto speciale per la Valle d'Aosta;
Vista la proposta della commissione paritetica prevista
dall'articolo 48-bis dello statuto speciale, introdotto
dall'articolo 3 della legge costituzionale 23 settembre 1993, n. 2;
Acquisito il parere del Consiglio regionale della Valle
d'Aosta/Vallee d'Aoste, espresso nella seduta del 7 febbraio 2007;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 28 giugno 2007;
Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e del
Ministro per gli affari regionali e le autonomie locali, di concerto
con il Ministro dell'economia e delle finanze e per le riforme e le
innovazioni nella pubblica amministrazione;

E m a n a
il seguente decreto legislativo:
Art. 1.

1. Le funzioni amministrative in materia di catasto terreni e di
catasto edilizio urbano sono esercitate dalla Regione e dagli enti
locali della Valle d'Aosta. La legge regionale provvede
all'allocazione delle funzioni tra gli enti locali, salve quelle da
esercitarsi direttamente dalla Regione sulla base delle esigenze di
adeguatezza e unitarieta'.



Avvertenza:

Il testo delle note qui pubblicato e' stato redatto
dall'amministrazione competente per materia ai sensi
dell'art. 10, commi 2 e 3, del testo unico delle
disposizioni sulla promulgazione delle leggi,
sull'emanazione dei decreti del Presidente della Repubblica
e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana,
approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo
fine di facilitare la lettura delle disposizioni di legge
alle quali e' operato il rinvio. Restano invariati il
valore e l'efficacia degli atti legislativi qui trascritti.
Note alle premesse:
- L'art. 87 della Costituzione conferisce, tra l'altro,
al Presidente della Repubblica il potere di promulgare le
leggi e di emanare i decreti aventi valore di legge ed i
regolamenti.
- Il testo dell'art. 48-bis dello statuto speciale
della regione Valle d'Aosta, approvato con legge
costituzionale 26 febbraio 1948, n. 4 e pubblicato in
Gazzetta Ufficiale n. 49 del 10 marzo 1948, e' il seguente:
�Art. 48-bis. - Il Governo e' delegato ad emanare uno
o piu' decreti legislativi recanti le disposizioni di
attuazione del presente statuto e le disposizioni per
armonizzare la legislazione nazionale con l'ordinamento
della regione Valle d'Aosta, tenendo conto delle
particolari condizioni di autonomia attribuita alla
regione.
Gli schemi dei decreti legislativi sono elaborati da
una commissione paritetica composta da sei membri nominati,
rispettivamente, tre dal Governo e tre dal consiglio
regionale della Valle d'Aosta e sono sottoposti al parere
del consiglio stesso.�.



Art. 2.

1. Le funzioni amministrative di cui all'articolo 1, comma 1,
concernono:
a) la conservazione, l'utilizzazione e l'aggiornamento degli atti
del catasto terreni e del catasto edilizio urbano, nonche', anche su
iniziativa dell'Amministrazione finanziaria statale e comunque
d'intesa con quest'ultima, la revisione degli estimi e del
classamento, ferma l'applicazione della disciplina generale sulla
materia nel caso di mancato raggiungimento dell'intesa nel termine di
sessanta giorni;
b) la rilevazione dei consorzi di bonifica e degli oneri
consortili gravanti sugli immobili;
c) il rilevamento e l'aggiornamento topografico e la formazione
di mappe e di cartografia catastali;
d) l'elaborazione di osservazioni geodetiche e l'esecuzione delle
compensazioni di reti trigonometriche e di livellazione.
2. Alle riunioni del comitato direttivo, comunque denominato,
dell'Agenzia del territorio o di altro organismo che venisse
istituito ai sensi dell'articolo 67 del decreto legislativo 31 marzo
1998, n. 112, partecipano, quando vengono trattate questioni di
diretto interesse della Valle d'Aosta, anche rappresentanti della
Regione o degli enti locali direttamente interessati.
3. La Regione e' delegata a stabilire, in conformita' ai criteri
fissati dallo Stato e comunque in armonia con i principi di
coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario, le
tipologie e gli importi dei tributi speciali catastali e provvede
alla loro riscossione. Gli introiti relativi confluiscono nel
bilancio della Regione che, quando ricorrono i presupposti di cui
all'articolo 3 del decreto legislativo 28 dicembre 1989, n. 431,
provvede a ripartirli tra gli enti locali.



Note all'art. 2:
- Il testo dell'art. 67 del decreto legislativo
31 marzo 1998, n. 112 (Conferimento di funzioni e compiti
amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti
locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997,
n. 59) e' il seguente:
�Art. 67 (Organismo tecnico). - 1. Allo svolgimento dei
compiti di cui alle lettere d), g) e h) del comma 1,
dell'art. 65, e al coordinamento delle funzioni mantenute
allo Stato e di quelle attribuite ai comuni, si provvede
attraverso l'istituzione, con i decreti legislativi di cui
all'art. 9 del presente decreto legislativo, di un apposito
organismo tecnico, assicurando la partecipazione delle
amministrazioni statali e dei comuni.
2. Alla formazione di mappe e di cartografia catastale
e speciale, al rilevamento e aggiornamento topografico,
all'elaborazione di osservazioni geodetiche e
all'esecuzione delle compensazioni di reti trigonometriche
e di livellazione, provvedono, per quanto di rispettivo
interesse, lo Stato, le regioni, le province e i comuni,
anche attraverso alle comunita' montane, avvalendosi di
norma dell'organismo tecnico di cui al comma 1.
3. Allo svolgimento dei compiti di cui al comma 1 i
comuni possono, al fine di contenere le spese, provvedere
anche mediante convenzioni con l'organismo tecnico di cui
allo stesso comma 1 e le amministrazioni che svolgono
corrispondenti funzioni a livello centrale.�.
- Il testo dell'art. 3 del decreto legislativo
28 dicembre 1989, n. 431 (Norme di attuazione dello statuto
speciale per la regione Valle d'Aosta in materia di finanze
regionali e comunali) e' il seguente:
3. - 1. Ai fini del coordinamento della finanza
regionale con la finanza locale, le risorse finanziarie
attribuite dallo Stato agli enti locali della Valle d'Aosta
da disposizioni generali o settoriali, annuali o
pluriennali, sono direttamente corrisposte alla regione.
2. La regione provvede a ripartire fra gli enti locali
le assegnazioni statali unitamente ai contributi e
sovvenzioni ad essi destinati dal bilancio regionale,
secondo criteri informati all'attuazione del programma
regionale di sviluppo e dei programmi di attivita' degli
enti locali, nonche' all'obiettivo di adeguare i mezzi
finanziari alle funzioni proprie o delegate agli enti
medesimi.
2-bis. Fermo restando il disposto dell'art. 12,
[ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
AT 99 MAXYFLEX
DrainBeton

NEWS NORMATIVA

14/06 - Sblocca Cantieri, è giallo sulle opere prioritarie

La loro realizzazione sarà gestita dai Commissari straordinari, che opereranno in deroga al Codice Appalti

14/06 - Sblocca Cantieri, la distanza minima tra gli edifici resta solo in zona C

Nello Sblocca Cantieri anche commissario per i condomìni degradati, 10 milioni per le colonnine di ricarica e più tempo ai Comuni per la messa in sicurezza di scuole e strade


Polyleaf
INCOLLA