Ravago
Carrello 0

Scheda Normativa

Decreto Ministeriale 04/12/1961

(Gazzetta ufficiale 13/02/1962 n. 39)

Ministero delle Finanze - Entrata in vigore del nuovo catasto edilizio urbano a partire dal 1° gennaio 1962

Testo: in vigore dal 28/02/1962

IL MINISTRO PER LE FINANZE
Visto il regio decreto-legge 13 aprile 1939, n. 652, convertito nella legge 11
agosto 1939, n. 1249, modifica dal decreto-legge 8 aprile 1948, n. 514,
ratificato dalla legge 28 dicembre 1952, n. 4417, che istituisce il nuovo
catasto edilizio urbano;
Visto il regolamento per la formazione del nuovo catasto edilizio urbano,
approvato con decreto del Presidente della Repubblica 1 dicembre 1919, n.
1142;
Visto l'art. 26 della legge 11 agosto 1939, n. 1249, modificato dall'art. 2
del decreto legislativo 8 aprile 1948, n. 514;
Visto l'art. 90 del regolamento approvato con decreto dal Presidente della
Repubblica 1 dicembre 1949, n. 1142;
Ritenuta l'opportunita' di iniziare la conservazione del nuovo catasto
edilizio urbano in tutte le Province del territorio nazionale, esclusa la
provincia di Trieste nella quale detto catasto e' tuttora nella fase di
formazione,
Decreta:
delle imposte dirette sono incaricati dell'esecuzione del presente decreto,
che sara' registrato alla Corte dei conti ed inserito nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica Italiana.

art. 1


Titolo:
Entrata in vigore del nuovo catasto edilizio urbano.

Testo: in vigore dal 28/02/1962

La conservazione del nuovo catasto edilizio urbano, formato a norma delle
disposizioni di legge e di regolamento sopra menzionato, avra' inizio dal< [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Antincendio
Schüco ASE 67 PD

NEWS NORMATIVA

25/06 - Unicmi boicotta lo sconto alternativo all’ecobonus

Il commento sulla novità del ddl Crescita: ‘è una opzione e non un obbligo. Mettere in campo il più rumoroso silenzio’

25/06 - Struttura di progettazione, i tecnici chiedono al Governo di cambiare la legge

Gli architetti e ingegneri temono la perdita di posti di lavoro e l’abbassamento della qualità delle opere


Sofi HC
Baltur