inc

Scheda Normativa

News Correlate

19/02/2021
Superbonus, RPT aggiorna le linee guida per il calcolo delle parcelle

Definite le modalità per determinare il corrispettivo del responsabile dei lavori. Nel documento schemi di preventivi e contratti tipo

11/09/2015
Compensi dei progettisti, da architetti e ingegneri chiarimenti sul DM Parametri

Cnappc Cni: le Stazioni appaltanti devono allegare al bando il metodo di calcolo per consentire offerte congrue

14/02/2013
Parametri bis, per i tecnici il regolamento è necessario

Progettisti: ‘in tutte le simulazioni i parametri risultano inferiori alle vecchie tariffe’

11/12/2012
Parcelle architetti, dal Cnappc gli esempi di contratti professionali

Documenti utili a redigere il preventivo dei progetti di architettura per committenza privata e dei piani urbanistici attuativi

15/05/2012
Servizi progettazione, i prezzi dopo l’abolizione delle tariffe

Complessità dell’incarico, importanza dell’opera e voci di costo connesse al numero degli elaborati da redigere per la base d’asta

20/01/2010
Costi della progettazione, il CNAPPC apre un’indagine

Obiettivi: trasparenza dei costi delle prestazioni professionali e riesame del sistema tariffario

10/07/2007
La validazione di progetti è attività imprenditoriale

I minimi tariffari restano come riferimento del prezzo a base d’asta

03/11/2006
Minimi tariffari, sui lavori pubblici resistono

La Corte Costituzionale chiarisce la situazione del dopo-Bersani

Decreto Ministeriale 04/04/2001

(Gazzetta ufficiale 26/04/2001 n. 96)

Decreto del Ministro della Giustizia di concerto con il Ministro dei Lavori Pubblici - Corrispettivi delle attività di progettazione e della altre attività, ai sensi dell'art. 17, comma 14-bis della L. 109/1994 [Titolo così corretto con rettifica in G.U. 5-6-2001 in luogo dell'originario "Aggiornamento degli onorari spettanti agli ingegneri e agli architetti"]

Il Ministro della Giustizia di concerto con il Ministro dei Lavori Pubblici

Vista la legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modifiche ed integrazioni, ed in particolare l'art. 17, comma 14-bis, ter e quater;

Visto il decreto legislativo 21 dicembre 1999, n. 554;

Vista la legge 2 marzo 1949, n. 143, recante: "Approvazione della tariffa professionale degli ingegneri ed architetti";

Vista la legge 4 marzo 1958, n. 143, recante: "Norme sulla tariffa degli ingegneri e degli architetti";

Visti i decreti ministeriali 21 agosto 1958, 25 febbraio 1965, 18 novembre 1971, 13 aprile 1976, 29 giugno 1981, 11 giugno 1987, n. 233, di aggiornamento degli onorari professionali spettanti agli ingegneri ed agli architetti;

Visto il decreto legislativo 19 novembre 1999, n. 528, recante: "Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 494, recante attuazione della direttiva 92/57/CEE in materia di prescrizioni minime di sicurezza e di salute da osservare nei cantieri temporanei o mobili";

Vista la proposta dei Consigli nazionali riuniti degli ingegneri e degli architetti;

Decreta:

Art. 1.

1. I corrispettivi per le attività di progettazione e per le altre attività previste dall'art. 17, comma 14-bis, della legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modificazioni ed integrazioni, sono quelli di cui alle tabelle A, B, B1, B2, B3, B5 e B6 allegate al presente decreto di cui costituiscono parte integrante.

Art. 2.

1. Gli onorari di cui alla tabella A del presente decreto, per importi inferiori a 50 milioni di lire, sono stabiliti a discrezione entro il limite massimo dell'onorario corrispondente a 50 milioni di lire.

2. Per importi di lavori superiori a 100 miliardi di lire si applica la percentuale relativa all'importo di 100 miliardi di lire.

Art. 3.

1. Il rimborso delle spese e dei compensi accessori relativi agli onorari a percentuale determinati a seguito dell'applicazione delle tabelle A, B, B1, B2, B4, e B6 limitatamente ai supporti esterni alla amministrazione, allegate al presente decreto, deve essere riconosciuto forfettariamente nella misura minima del 30 per cento del medesimo per importi di lavori pari a 50 milioni e nella misura minima del 15 per cento per importi di lavori pari o superiori a 100 miliardi. Per importi di lavori intermedi le percentuali si calcolano per interpolazione lineare.

2. Nel caso l'entità dei rimborsi spese e dei compensi accessori superi gli importi minimi di cui al precedente comma, devono essere prodotti i giustificativi di spesa per l'intero ammontare del rimborso e degli oneri accessori.

Art. 4.

1. Nel caso di affidamento parziale delle fasi di progettazione e della attività di direzione lavori non è dovuta alcuna maggiorazione delle tariffe di cui al presente decreto.

Art. 5.

1. Il metodo di calcolo relativo alla progettazione integrale e coordinata di cui all'art. 2, lettera i), del decreto del Presidente della Repubblica n. 554/1999 è il seguente:

a) progettazione preliminare:

1) per la ideazione e il coordinamento generale si applicano, sull'intero ammontare dell'opera, la percentuale relativa e le aliquote della elaborazione grafica e delle prestazioni che attengono all'opera nel suo insieme;

[ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Giardinaggio e accessori_Markketplace
inc
Tagli e sabbiature_Marketplace
inc

NEWS NORMATIVA

Tettoia, qual è la distanza giusta dalla costruzione vicina?

21/04 - Tettoia, qual è la distanza giusta dalla costruzione vicina?

Il Tar Calabria interviene sul concetto di costruzione e di edificio

20/04 - Prove sui materiali: eliminata la competenza esclusiva dei laboratori, largo ai tecnici

Il Tar Lazio sospende la disposizione contenuta nelle Linee guida sui ponti e viadotti esistenti


PEDESTAL PRIME
inc
Amotherm In-Forma
inc

inc