Green Park
inc

Scheda Normativa

News Correlate

22/06/2009
Via libera del Cipe al Piano nazionale di edilizia abitativa

Contributo statale fino al 50% per gli alloggi a canone sostenibile, fino al 100% per quelli a canone sociale

28/08/2008
Piano Casa: entro due mesi le modalità operative

Un documento dell’Ance analizza i contenuti e le novità del Piano per l’edilizia abitativa varato dal Governo

19/03/2008
Al via il piano straordinario di edilizia pubblica

Definite le procedure per l’erogazione dei 550 milioni di euro destinati all'ampliamento dell'offerta di alloggi

24/01/2008
Programma straordinario per l'edilizia residenziale pubblica

Decreto interministeriale stanzia 544 milioni di euro

21/01/2008
Piano casa: individuati gli interventi prioritari da finanziare

Il Ministero delle Infrastrutture ripartisce tra le Regioni i 550 milioni di euro previsti dal decreto fiscale

Decreto Ministeriale 28/12/2007

(Gazzetta ufficiale 17/01/2008 n. 14)

Ministero delle Infrastrutture - Programma straordinario di edilizia residenziale pubblica, di cui all'articolo 21 del decreto-legge 1° ottobre 2007, n. 159, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 novembre 2007, n. 222, recante: «Individuazione degli interventi prioritari e immediatamente realizzabili e riparto della disponibilita' finanziaria»

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE
di concerto con
IL MINISTRO
DELLA SOLIDARIETA' SOCIALE
Visto il decreto-legge 1° ottobre 2007, n. 159, convertito, con
modificazioni, dalla legge 29 novembre 2007, n. 222, recante
«Interventi urgenti in materia economica-finanziaria, per lo sviluppo
e l'equita' sociale»;
Visto in particolare l'art. 21 del citato decreto-legge 1° ottobre
2007, n. 159, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 novembre
2007, n. 222, che finanzia, nei comuni di cui all'art. 1, comma 1,
della legge 8 febbraio 2007, n. 9, al fine di garantire il passaggio
da casa a casa delle categorie sociali indicate al medesimo art. 1 e
di ampliare l'offerta di alloggi sociali in locazione per coloro che
sono utilmente collocati nelle graduatorie approvate dai comuni, nel
limite di 550 milioni di euro per l'anno 2007, un programma
straordinario di edilizia residenziale pubblica finalizzato
prioritariamente al recupero e all'adattamento funzionale di alloggi
di proprieta' degli ex Iacp o dei comuni, non occupati, all'acquisto
o alla locazione di alloggi, nonche' all'eventuale costruzione di
alloggi, da destinare prioritariamente a soggetti sottoposti a
procedure esecutive di rilascio in possesso dei requisiti di cui al
richiamato art. 1 della menzionata legge 8 febbraio 2007, n. 9;
Considerato che il programma straordinario di edilizia residenziale
in argomento e' diretto, altresi', a soddisfare il patrimonio
alloggiativo individuato dalle regioni e province autonome sulla base
di elenchi prioritari e immediatamente realizzabili, con particolare
riferimento a quelli ricompresi nei piani straordinari di cui
all'art. 3 della legge 8 febbraio 2007, n. 9 e in relazione alle
priorita' definite nel Tavolo di concertazione generale sulle
politiche abitative di cui all'art. 4 della medesima legge 8 febbraio
2007, n. 9;
Acquisiti gli elenchi degli interventi prioritari e immediatamente
realizzabili trasmessi dalle regioni e province autonome richiesti
con nota ministeriale 11 ottobre 2007, prot. 472;
Considerato che i citati elenchi, predisposti sulla base della
scheda allegata alla citata nota ministeriale, elencano con ordine di
priorita' gli interventi prioritari e immediatamente realizzabili
ricadenti in ciascuna regione e provincia autonoma;
Considerato che, ai sensi del comma 3 del citato art. 21 del
decreto legge 1° ottobre 2007, n. 159, convertito, con modificazioni,
dalla legge 29 novembre 2007, n. 222, con decreto del Ministro delle
infrastrutture da emanare di concerto con il Ministro della
solidarieta' sociale, sono individuati gli interventi prioritari ed
immediatamente realizzabili sulla base degli elenchi trasmessi dalle
regioni e province autonome, effettuata la ripartizione territoriale
dei finanziamenti sulla base dei coefficienti stabiliti dal decreto
del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti in data 17 marzo
2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 132 del 10 giugno 2003 e
definite le modalita' di erogazione degli stanziamenti che possono
essere trasferiti direttamente ai comuni ed agli Iacp comunque
denominati ovvero essere trasferiti, in tutto o in parte, alla Cassa
depositi e prestiti previa attivazione di apposita convenzione;
Considerato che ai sensi del comma 4 del citato art. 21 del
decreto-legge 1° ottobre 2007, n. 159, convertito, con modificazioni,
dalla legge 29 novembre 2007, n. 222, l'1% del finanziamento
complessivo di 550 milioni di euro e' destinato alla costituzione ed
al funzionamento dell'Osservatorio nazionale e degli Osservatori
regionali sulle politiche abitative e che pertanto la dotazione
finanziaria del programma straordinario di edilizia residenziale
pubblica di che trattasi e' pari a 544,5 milioni di euro;
Considerato che a valere sulla disponibilita' di 544,5 milioni di
euro occorre procedere all'accantonamento della somma pari all'1 per
mille della citata disponibilita' necessario alla copertura degli
oneri derivanti dalla Convenzione da sottoscrivere ai sensi del
comma 3 dell'art. 21 del richiamato decreto-legge 1° ottobre 2007, n.
159, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 novembre 2007, n.
222, tra Ministero delle infrastrutture - Direzione generale per
l'edilizia residenziale e le politiche urbane e abitative e la Cassa
depositi e prestiti e che, conseguentemente, la disponibilita' da
destinare al programma straordinario di edilizia residenziale
pubblica da ripartire tra le regioni e province autonome ammonta
complessivamente a euro 543.955.500,00;
Vista l'intesa espressa in sede di Conferenza unificata di cui
all'art. 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 e
successive modificazioni, nelle sedute del 15 novembre 2007 e del
6 dicembre 2007;
Decreta:
Art. 1.
Riparto fra le regioni e le province autonome
La disponibilita' finanziaria pari ad euro 543.955.500,00 destinata
al programma straordinario di edilizia residenziale pubblica di cui
all'art. 21 del decreto-legge 1° ottobre 2007, n. 159, convertito,
con modificazioni, dalla legge 29 novembre 2007, n. 222, e' ripartita
tra le regioni e le province autonome secondo la tabella «Allegato
1», che costituisce parte integrante al presente decreto.



Art. 2.
Interventi prioritari
Gli interventi prioritari e immediatamente realizzabili, da
destinare alle finalita' di cui all'art. 21 del citato decreto-legge
1° ottobre 2007, n. 159, convertito, con modificazioni, dalla legge
29 novembre 2007, n. 222, con relativa dotazione finanziaria,
individuati sulla base degli elenchi trasmessi dalle regioni e
province autonome ai sensi del comma 2 dell'art. 21, sono quelli di
cui all'elenco «Allegato 2», che costituisce parte integrante al
presente decreto.



Art. 3.
Modalita' di erogazione
1. L'effettiva erogazione dei finanziamenti attribuiti direttamente
a ciascun comune o ex Iacp comunque denominato ovvero tramite la
Cassa depositi e prestiti, per l'attuazione degli interventi compresi
nell'elenco «Allegato 2» al presente decreto, avviene con decreto del
Ministro delle infrastrutture, da emanarsi entro sei mesi dalla
trasmissione della documentazione relativa ai singoli interventi,
previa verifica tecnica da parte dell'Amministrazione in ordine alla
congruita' degli interventi proposti con l'art. 21 del decreto-legge
1° ottobre 2007, n. 159, convertito, con modificazioni, dalla legge
29 novembre 2007, n. 222, secondo le seguenti modalita':
a) acquisto immobili: erogazione del 50% del finanziamento alla
presentazione della documentazione attestante l'avvenuto impegno
giuridico all'acquisto e del restante 50% alla data di stipula del
rogito notarile;
b) interventi di recupero e di nuova costruzione:
30% del finanziamento alla presentazione della do [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Impianti idrici_Marketplace
inc
Stufe a pellet_marketplace
inc

NEWS NORMATIVA

Abusi edilizi, Google Earth vale come prova della loro esistenza

15/01 - Abusi edilizi, Google Earth vale come prova della loro esistenza

La Cassazione spiega che le immagini possono essere utilizzate per provare la data di realizzazione dei manufatti

15/01 - Subappalto con tetto al 40% e manutenzioni su progetto definitivo, tutto resta com’è

Il Milleproroghe prende tempo sulle modifiche al Codice Appalti. Nel testo anche nuovi termini per la progettazione negli Enti locali


Il giusto intonaco per murature perfette_Marketplace
inc
Green Park
inc